Sferisterio, un’estate all’Opera

Ventidue serate di musica classica in cartellone tra il 19 luglio e il 21 agosto. Si presenta così al workshop Discover Italy, che inizia domani a Sestri Levante, lo splendido Sferisterio di Macerata, che conta su 2.500 posti, 104 palchi, un palcoscenico di dimensioni imponenti e un’acustica naturale perfetta per l’opera lirica.

La struttura, insieme al teatro Lauro Rossi, ospiterà il Macerata Opera Festival firmato dal nuovo direttore artistico Paolo Pinamonti e dal sovrintendente Luciano Messi. Un’occasione per “riportare il pubblico sotto le stelle – spiega Rachele Beni, responsabile b2b e gruppi dell’Associazione arena Sferisterio – tra Beethoven (tre sinfonie e i cinque concerti per pianoforte), Puccini (Tosca), Rossini (Il barbiere di Siviglia) e il Novecento storico (Pagliacci di Leoncavallo, Rapsodia Satanica di Mascagni e The Circus di Chaplin)”.

Il programma comprende anche l’Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino diretti da Zubin Mehta, Santa Cecilia con Myung-Whun Chung e il pianista Jan Lisiecki. In termini di booking “stiamo ricevendo un buon riscontro dagli operatori b2b, t.o. e adv sia dall’Italia che dal Nord Europa, nonostante il periodo. Le richieste arrivano da gruppi italiani, tedeschi e francesi da circa 25-30 persone su due serate”, spiega la manager.

Quanto agli obiettivi per il workshop, Beni li sintetizza nel “new business b2b: gli operatori sono alla costante ricerca di nuovi prodotti da offrire alla clientela e vogliamo presentare e veicolare al meglio il Festival e la regione Marche, con un taglio più marcato alle adv e ai t.o. che trattano un prodotto culturale e operistico di livello”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato