Spagna, stop ai moduli di ingresso per i vaccinati

Stop all’obbligo di compilazione del modulo Spain Travel Health per l’ingresso in Spagna. Già da ieri i viaggiatori che entrano nel Paese con il Green Pass digitale europeo (certificato di vaccinazione, guarigione o test con il tampone) non dovranno infatti più compilare il form richiesto dal governo per tutelare la salute dei cittadini.

Il modulo era finora necessario per ottenere un QR code da presentare all’arrivo in Spagna ma il miglioramento della situazione epidemiologica e i progressi nel processo di vaccinazione, che si stanno sviluppando sia in Spagna sia in molti Paesi del mondo, consentono di attuare misure di ingresso più flessibili per i viaggi. La Direzione generale della Salute Pubblica ha ritenuto, dunque, di poter abolire la compilazione del modulo di localizzazione dei passeggeri per l’ingresso nel Paese per via aerea e marittima, semplificando così il processo per i viaggiatori a cui ora serve solo il Green Pass.

La soppressione del modulo è già stata pubblicata sul Boe, l’equivalente della nostra Gazzetta Ufficiale; quindi dal 6 aprile scorso i viaggiatori sono autorizzati a entrare in Spagna con il Green Pass digitale europeo o un equivalente, come nel caso del Regno Unito, e non devono compilare più il formulario, che tuttavia resta valido per tutti i viaggiatori dai 12 anni in su sprovvisti del Certificato Covid Ue.

Permangono comunque diverse misure sanitarie: alle frontiere aeree o marittime verrà controllata la temperatura (il limite è sempre 37,5 gradi) con termometri senza contatto o con camere termografiche; è sempre necessario il certificato di vaccinazione o di tampone negativo; i vaccini sono validi a partire dal 14esimo giorno dall’ultima dose e al 270esimo è necessaria la dose di rinforzo – eccetto per i minori di 18 anni – che saranno validi anche dopo il 270esimo giorno dalla vaccinazione precedente.

Va anche ricordato che non è più valida la distinzione di Paesi a rischio, perché tutti lo sono allo stesso modo, e permane la restrizione temporale di viaggi non essenziali da Paesi terzi secondo l’ordinanza INT/657/2020.

Tags:

Potrebbe interessarti