Blockchain e Nft, la Slovenia porta il destination marketing nel futuro

Blockchain e non fungible token. È questo il presente ma soprattutto il futuro della Slovenia, che con il progetto I feel Nft lancia sul mercato italiano un modo innovativo di promuovere il turismo.
“La Slovenia – ha detto Aljoša Ota, direttore dell’Ente Sloveno del Turismo – ancora una volta, si distingue quale destinazione smart, innovativa e sostenibile, pronta a guardare al futuro e alle nuove tecnologie”.

Primo Paese al mondo a emettere Nft

Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato anche Nena Dokuzov, Ministero dello Sviluppo Economico, Tadej Slapnik, ceo di Hashnet, Aleš Pevc, Tehološki Park Ljubljana.

“In occasione di Expo Dubai 2020 – hanno spiegato – la Slovenia è stato il primo Paese al mondo a emettere Nft, token non fungibili e insostituibili per promuovere i risultati dell’economia e delle destinazioni turistiche del Paese, con una raccolta di 15.000 icone 3D digitali uniche, panoramiche esclusive e 360 foto ad alta risoluzione”.

“La blockchain – ha aggiunto Ota – si è dimostrata uno strumento utilissimo, portatore di grandi cambiamenti negli ultimi anni, migliorando e rendendo più sicura la digitalizzazione di innumerevoli settori, con ricadute estremamente positive. Crediamo che con l’innovazione tecnologica possiamo rendere la nostra destinazione molto più interessante, puntando decisamente sulle nuove possibilità di promozione che si stanno aprendo con il mondo degli Nft, anche nell’intermediazione agenziale, e delle possibili implementazioni delle attività promozionali nel metaverso. La Slovenia si presenta ancora con un progetto innovativo, che abbraccia il cambiamento tecnologico che stiamo vivendo”.

La Slovenia ha quindi lanciato ufficialmente in Italia il progetto I feel Nft, con un sito web dedicato e la Nft Card, prevista per il lancio in sole 1000 unità.
Le prime, per ora, in occasione di Bit.

Paola Olivari

Tags: ,

Potrebbe interessarti