Si intravedono segnali di ripresa

Una fotografia generale del settore dei traghetti rivela segnali incoraggianti quanto ad una ripresa della domanda, complici le recenti notizie che hanno annunciato l’allentamento delle restrizioni sanita-rie e la prossima abolizione del Green Pass per viaggiare. “Rappresentano sicuramente un segnale positivo per la definitiva ripresa del turismo – commenta Silvia Cioni, general manager Traghetti-GDS -. I numeri finora sono decisamente incoraggianti, con una forte ripresa già a partire dai ponti primaverili”.

Dalle compagnie di traghetti c’è chi parla di ripresa, chi traccia previsioni un po’ più prudenti e chi, invece, pensa che sia ancora troppo presto per poterlo fare. Un quadro sfaccettato con posizioni non del tutto omogenee. C’è chi, comunque nella ripresa ha creduto ed investito, come afferma Luca Morace, amministratore delegato Blu Navy, “già all’inizio dello scorso anno non abbiamo mai smesso di credere nella ripresa della domanda, ampliando i nostri servizi sulla rotta da e per l’Isola d’Elba. Abbiamo inserito una seconda nave sul canale da gennaio 2022 e abbiamo subito notato un incremento delle abitudini di viaggio già nella bassa stagione”.

Certo il manager non nasconde che il mercato sta subendo una “nuova contrattura a causa degli eventi storici a cui stiamo assistendo, è inutile tacere una preoccupazione sulle ripercussioni che queste possano avere in un settore come quello del turismo”. Situazione geo-politica e aumento del costo del carburante creano un “mix che certo non aiuta”, osserva Nicola Rubaudo, a.d. di Ellade Viaggi. Sebbene si fosse partiti “con un passo ben diverso rispetto allo scorso anno. Il progressivo venir meno delle restrizioni ai viaggi all’estero alimenta la voglia di viaggiare, da troppo tempo compressa. Certo in questi ultimi giorni abbiamo iniziato a sentire i primi effetti della situazione dell’Ucraina e stiamo registrando una leggera flessione rispetto ai primi due mesi dell’anno, dovuta alle preoccupazioni, ma la voglia di viaggiare rimane tanta, quindi l’interesse è comunque alto anche se magari si temporeggia nel confermare”. In linea l’analisi tracciata da Corrado Ceccarelli, responsabile sviluppo Amatori Interestate Srl. Dai “segnali di ripresa incoraggianti nelle prime due settimane di febbraio” si è passati ad un cambio di atteggiamento che vede una mortificazione “della propensione a viaggiare all’estero degli italiani”.

La stagione della ripartenza

 C’è poi il fronte di chi parla di ripresa senza indugi. Francesca Marino, passenger department manager di Grimaldi Lines, non ha dubbi che “l’estate 2022 sarà la stagione della ripresa per tutto il settore turistico”. I motivi addotti sono quanto citato in precedenza, “la fine dello stato di emergenza sanitaria è un segnale decisivo, che il mercato mostra di recepire con un rinnovato desiderio di vacanza”. Sul fronte Grimaldi Lines il trend delle prenotazioni “è incoraggiante, con una domanda decisamente in crescita per le due isole maggiori italiane, Sicilia e soprattutto Sardegna”, commenta la manager.

Gnv registra segnali positivi dal mercato, “le prenotazioni ci stanno dando soddisfazioni – commenta Matteo Della Valle, passengers sales&marketing staff director -, vorrei sottolineare due elementi: la percezione di sicurezza che dà il mezzo nave, grazie agli spazi ampi che permettono un reale distanziamento (cosa che in altri mezzi di trasporto non avviene) e la crescita della destinazione Italia, a partire da Sardegna e Sicilia”. Anche Cristina Pizzutti, responsabile comunicazione e marketing di Corsica Sardinia Ferries, parla di un trend del mercato che, “rispetto allo stesso periodo 2021 è in incremento”, ma rispetto “ad un anno come il 2019 è in calo”. Come si sa l’anno pre-pandemia è diventato ormai il metro di paragone. Una ripresa “nei fatti”, asserisce Rosario Piscitelli, line manager commercial dept. Snav, a testimoniarlo “una tendenza al rialzo delle prenotazioni sia nel segmento degli individuali sia in quello dei gruppi”. C’è anche chi pensa che sia “ancora presto per fare previsioni qualitative; dopo Pasqua sarà possibile fare una prima analisi sulle previsioni di andamento della stagione estiva”, viene fatto presente dalle compagnie del Gruppo Onorato Moby, Tirrenia e Toremar.

Stefania Vicini

Tags: , , , , , , , , ,

Potrebbe interessarti