Vincono i grandi classici

Lo scenario attuale non sembra rivelare “grossi cambiamenti rispetto all’andamento degli ultimi due anni. Sardegna, Sicilia, Isola d’Elba, Capri ed Ischia saranno le più richieste per chi viaggia in traghetto, ma ci aspettiamo anche un ritorno di alcune destinazioni a medio raggio come Grecia, Albania, Canarie e Baleari”. Sono le parole di Silvia Cioni, general manager TraghettiGDS, che tratteggia così lo scacchiere delle mete delle vacanze estive.

Grecia tra le mete più richieste

A dare man forte al discorso Grecia è Superfast Ferries che opera (in join service con Anek Lines) tra l’Italia e la Grecia otto collegamenti regolari. La Grecia della costa e delle isole ionie (Corfù, Lefkada, Zante, Cefalonia, Sivota e Parga) “si conferma al momento una delle zone più richieste – osserva Chiara Morandi, amministratrice di F.lli Morandi -. Notiamo anche una maggiore richiesta per le località e le isole meno note, che si ritengono più incontaminate, meno frequentate dal turismo di massa”. Gli esempi fatti sono “Elafonissos (Peloponneso), Karpathos, Milos, Amorgos, Spetses, Serifos”.
Restando sempre in Grecia, alla domanda su quale sarà la rotta che andrà esaurita prima Ellade Viaggi conferma: “Le linee dirette per le isole ionie e quindi per Corfù (da Ancona, Bari e Brindisi) e Cefalonia (da Bari), che sono servite da meno navi ed hanno una forte richiesta stagionale”, osserva Nicola Rubaudo.

Tra Elba, Sardegna, Sicilia e Croazia

Blu Navy lavora su una sola rotta da e per l’Isola d’Elba, che “fino a questo momento ha dato molte soddisfazioni, speriamo che il trend non cambi”, si augura Morace. Corsica Sardinia Ferries attesta che “la destinazione più richiesta è la Sardegna, seguita da Corsica ed Elba”. Concorda Francesca Marino di Grimaldi Lines, nel momento in cui asserisce che “la regina del Mediterraneo sarà la Sardegna. Anche quest’anno stiamo registrando un forte interesse del mercato soprattutto per i collegamenti Livorno-Olbia, Civitavecchia-Olbia e viceversa”.
Gnv ha raddoppiato i traghetti per la Sardegna, “4 traghetti anziché 2 in partenza da Genova per Olbia o per Porto Torres. Questo ci ha portato a proporre un prezzo estremamente competitivo che, unito alle promo in corso, sta portando ottimi risultati di prenotazioni – dice Matteo Della Valle -. Dallo scorso anno abbiamo introdotto il collegamento estivo Civitavecchia-Olbia, che quest’anno passa da 5 a 6 partenze alla settimana”. La Sicilia si conferma “una delle destinazioni più apprezzate, con una stagionalità che per noi è di 12 mesi. E’ collegata dai porti di Genova, Civitavecchia e Napoli”.
Per il Gruppo Amatori la rotta più importante continua ad essere “l’Ancona-Spalato che non abbiamo mai smesso di operare, neanche sotto lockdown, per dare continuità ai traffici commerciali. Navi esaurite? Ne riparliamo nel 2023”, dice Ceccarelli. Anche Snav punta molto sulla Croazia, “crediamo possa essere la destinazione di maggior richiamo dell’estate – afferma Piscitelli -. Non tralascerei l’appeal delle isole del Golfo di Napoli, Capri, Ischia e Procida e delle isole Eolie e Pontine ogni anno attirano milioni di turisti”.
Le compagnie del Gruppo Onorato Moby, Tirrenia e Toremar giudicano sia un po’ presto fare previsioni su rotte più vendute, precisando però che “tutte le rotte storiche delle nostre compagnie per Sardegna, Sicilia, Corsica, Elba e Arcipelago Toscano godono sempre di un pubblico affezionato”.

Stefania Vicini

Tags: , , , , , , , , ,

Potrebbe interessarti