Wttc: da Manila a Riyadh per il prossimo global summit della ripresa

Si conclude il Global Summit del Wttc a Manila, durante l’evento è stato annunciato che il suo 22° appuntamento si svolgerà a Riyadh, capitale del Regno dell’Arabia Saudita, dal 29 novembre al 2 dicembre di quest’anno. A Manila si sono riuniti più di mille delegati per discutere su come costruire la ripresa.

Da Manila a Riyadh

“Questo Summit è la prova vivente che niente è meglio del riunirsi, condividere idee, discutere le sfide e trovare consenso – ha dichiarato Julia Simpson, presidente e ceo del Wttc -. Abbiamo ancora molto lavoro da fare per abbattere le barriere del post-pandemia, aprire le economie e armonizzare i dati sanitari per viaggiare senza intoppi, ma il futuro sembra luminoso e il prossimo decennio è lì per la conquista. Non vediamo l’ora che arrivi il nostro 22° Summit Globale entro la fine dell’anno a Riyadh per segnare il prossimo capitolo della ripresa”. Dal canto suo Fahd Hamidaddin, ceo e membro del consiglio dell’Autorità per il turismo saudita, ha espresso la propria soddisfazione in merito alla possibilità di “accogliere il mondo – ha detto -. Vi promettiamo che il prossimo vertice sarà fresco, stimolante e gratificante”.

Con il tema “Riscoprire il viaggio“, i ministri del turismo e i leader della travel industry di tutto il mondo hanno rafforzato la loro determinazione verso una maggiore cooperazione e allineamento tra il settore pubblico e quello privato. Alla sessione del Global Leaders Dialogue del Wttc hanno esplorato come il settore continuerà ad adattarsi al Covid-19.

L’ultimo Rapporto sull’impatto economico del Wttc ha anche rivelato che il settore dei viaggi e del turismo dovrebbe creare quasi 126 milioni di nuovi posti di lavoro entro il prossimo decennio e il contributo del travel al Pil potrebbe raggiungere i livelli pre-pandemia entro il 2023.

Tra sostenibilità e resilienza informatica

Inoltre, durante il Global Summit è stata lanciata l’iniziativa “Hotel sustainability basics” del Wttc, che fornisce un punto di partenza per guidare la sostenibilità in tutto il settore dell’ospitalità per alimentare lo slancio verso viaggi e turismo responsabili. L’ente ha anche lanciato il suo nuovo rapporto sulla resilienza informatica, “Codici per la resilienza“, con Microsoft, per il settore globale dei viaggi e del turismo, che ha delineato i pilastri per rafforzare la sicurezza informatica per le aziende di tutto il mondo.

 

Tags:

Potrebbe interessarti