EDITORIA - EVENTI - SERVIZI DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE
La pipeline globale: in arrivo 2,5 milioni di camere

Una pipeline da 2,5 milioni di camere. E’ questo il “divenire” dell’ospitalità globale secondo l’ultimo report di Str, che ha rivelato numeri e geografia delle camere d’albergo in fase di sviluppo – tra step di pianificazione, progettazione o costruzione – in tutto il mondo.

Tra le macro-regioni, spiccano in particolare le pipeline di America e Asia-Pacifico, mentre Cina, Stati Uniti, Germania e Arabia Saudita guidano la classifica globale dei Paesi con più “cantieri” aperti.

Secondo Str, ci sono attualmente 549.344 rooms in arrivo in Europa, il 7,7% in meno rispetto a marzo 2021. Quattro stanze su dieci (41%) sono già in fase di costruzione: Germania e Regno Unito sono in testa, rispettivamente con 42.712 e 31.796 unità ricettive.

In Asia-Pacifico ci sono invece 946.499 camere in arrivo, per un aumento del 3,3% rispetto al 2021. La Cina totalizza 301.879 stanze, con il Vietnam al secondo posto, molto distaccato e fermo a quota 32.804.

In Medio Oriente e Africa le camere sono 234.088, con un decremento del 2,9%. In questa regione, l’Arabia Saudita (38.181) e gli Emirati Arabi Uniti (30.367) guidano le attività di building.

Per quanto riguarda le Americhe, seconda regione per volumi, le camere sono 762.648, lo 0,3% in più rispetto all’anno precedente. Qui gli Stati Uniti hanno il maggior numero di stanze in costruzione (154.881), seguiti dal Messico (14.317) e dal Brasile (7.080).

Tags:

Potrebbe interessarti