Nasce Aeroitalia: charter e network regional, in futuro il lungo raggio

E’ nata Aeroitalia, nuova compagnia aerea italiana indipendente e a capitale interamente privato. A presentare le linee guida del progetto il board of directors della compagnia, composto dall’imprenditore sudamericano German Efromovich, non-executive president, dal banchiere francese ed esperto nel settore del finanziamento di compagnie aeree, Marc Bourgade, chairman e dal professore universitario ed esperto di trasporto aereo, Gaetano Intrieri, chief executive officer.

Le linee guida

Nei giorni scorsi, il 22 aprile, Aeroitalia ha ottenuto in tempi brevi (4 mesi) il rilascio del Certificato di Operatore Aereo (Coa), strumento indispensabile per inziare le operazioni di trasporto aereo di passeggeri e merci. All’evento hanno partecipato anche partner strategici come i rappresentanti delle società di gestione dell’Aeroporto di Forlì, prima base operativa per il network regional e le autorità politiche come il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, a fare gli onori di casa.
Giuseppe Careddu, chief commercial officer di Aeroitalia, ha sottolineato: “Il nostro obiettivo è che Aeroitalia rappresenti appieno lo spirito italiano, di cui essere orgogliosi e che ha contribuito a costruire la notevole reputazione del nostro Paese in tutto il mondo.
Il brand di Aeroitalia si fonda su quattro valori chiave tipicamente italiani: calore, premura, bellezza ed eccellenza”. Già a metà marzo il vettore aveva dato qualche indizio sulla sua pagina Facebook in merito alla sua filosofia di base: “Vi presentiamo il nostro primo aeromobile: con un pizzico di nostalgia, abbiamo voluto rendere omaggio ai colori della bandiera del nostro Paese, ma sono in arrivo importanti novità per il nostro brand… per interpretare un’Italia nuova, moderna, dinamica!”

Parlando del brand, il manager sottolinea che, “a livello visivo, è costituito da un wordmark e da un’icona (l’acronimo di Aeroitalia A+i) rappresentato dall’unione tra una diagonale che trasmette futuro, dinamismo, prospettiva, ottimismo e crescita; da una ‘i’ che rappresenta la componente umana, ovvero la persona al centro della nostra attenzione con un senso di premura, cura del dettaglio, calore, empatia ed orgoglio”.

La vision commerciale

Careddu si è poi soffermato sulla vision commerciale: “La nostra compagnia vede sicuramente lo sviluppo del lungo raggio in un prossimo futuro, ma già nell’immediato abbiamo due linee di business che vedranno il proprio avvio: l’attività charter già a partire dai prossimi giorni e il network regional che andrà a soddisfare un potenziale di domanda sulla nostra prima base operativa di Forlì”.

Efromovich è sodisfatto: “Oggi è un giorno importante non solo per la nascita di Aeroitalia, ma anche per l’intera aviazione commerciale della Repubblica italiana e mondiale – ha affermato -. Sta nascendo una compagnia aerea che permetterà a tutti la possibilità di viaggiare in aereo rispettando rigorosamente standard di sicurezza, comfort ed eccellenza nel servizio”. Il manager ha ringraziato l’Enac: “Questo non sarebbe stato certamente possibile senza la professionalità, l’impegno, il duro lavoro e la responsabilità di tutti i componenti dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile”.

Un vettore sostenibile

Bourgade ha fatto presente che Aeroitalia sarà “una compagnia aerea sostenibile che rispetta ed è al servizio dei suoi asset di maggior valore: i propri passeggeri”. Intrieri, lo ha riconosciuto, il momento non è particolarmente favorevole: “Parte una compagnia aerea italiana nel momento meno ideale per investire in questo settore. Per questo vogliono ringraziare i nostri azionisti che hanno creduto in questo progetto sin dal principio”.

Poi il riferimento ad uno dei temi che stanno affliggendo l’industria del travel, “dispiace che negli ultimi anni ci sia stata una dispersione forte di tante professionalità del nostro settore, AeroItalia è stata costruita portando a bordo tante professionalità che hanno contribuito al successo dell’ottenimento, in poco più di quattro mesi, del Certificato di Operatore Aereo. In questo voglio ringraziare anche tutte le organizzazioni sindacali per il loro prezioso contributo”.

Come dichiarato dal manager la compagnia inizierà le prime operazioni di volo “con la base operativa di Forlì, che ringraziamo vivamente per la disponibilità. Auspichiamo ugualmente una grande apertura e sostegno dal partner aeroportuale che ci sosterrà nel momento in cui si definirà il nostro hub per i voli di lungo raggio”.

 

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti