Perchè la Workation è la moda del momento

Un numero sempre crescente di persone sta cercando di mischiare il lavoro con il piacere, quindi andare in vacanza lavorando da remoto. A tracciare un bilancio sul trend della “workation” è una ricerca condotta da Passport-Photo.Online che ha analizzato il fenomeno negli Stati Uniti.

Destinazioni e permanenza

La maggior parte (82%) ha optato per un viaggio all’interno del proprio paese (contro il 18% che è andato all’estero). Tra le mete predilette Regno Unito 39%, Messico 14%, Canada 8%, Colombia 6%, Germania 5%. La permanenza media si è attestata su 1-2 settimane 36%, 3-4 settimane 32%, più di un mese 13%, meno di una settimana 10%, due mesi o più 9%.

Accomodation e motivazioni

Per soggiornare le soluzioni hanno spaziato tra amici o famiglia 43%, hotel 31%, Airbnb 18%, Couchsurfing 4%, camper 2%, ostello 2%. Le motivazioni per scegliere la workation sono variegate: per ricaricare le batterie dal punto di vista mentale ed emotivo 67%, per evitare di sentirsi bloccati in un posto 62%, per esplorare una nuova destinazione senza dover usare i giorni di ferie 60%, per sfuggire alla routine e godere di un cambio di scenario 57%, per incontrare nuove persone 42%, per evitare il burnout 18%.

I bilanci

Al termine di un’esperienza come questa, l’86% delle persone ha aumentato la produttività, l’81% è diventato più creativo, l’84% è ora più soddisfatto del proprio lavoro, il 69% è meno propenso a licenziarsi, l’83% è d’accordo che la workation li abbia aiutati ad affrontare il burnout.

Tags:

Potrebbe interessarti