Di Leo: “L’It nel travel non è solo automazione”

“Una volta l’It nel travel era essenzialmente un fatto di efficienza e di automazione. Ora non è più così”. A riflettere sul significato e sul valore della tecnologia nei viaggi è Roberto di Leo, ceo di eMinds.

Gv: Come si sta evolvendo l’It nel travel?

“Se una volta era confinato all’efficienza dei processi d’acquisto, oggi ancor più di ieri è necessario integrare le conoscenze tecniche con quelle strategiche al fine di poter affiancare al meglio il trade nella sfida quotidiana. Il Covid ha portato sfide non solo al trade, ma anche a noi fornitori It, che inevitabilmente dobbiamo far evolvere la figura del “tecnico” nella figura di un consulente in grado di individuare e realizzare  vantaggi competitivi”.

Gv: Quali le sue evoluzioni future?

“Nella prima fase lo sviluppo si era concentrato sulla distribuzione e, di conseguenza, sulla fase di booking. Ritengo che l’It contaminerà sempre più le fasi di ispirazione e planning nel travel customer journey”.

Gv: Come vede il progressivo approccio all’ecommerce anche da parte di aziende da sempre votate al trade 100%?

“Erroneamente la parola ecommerce porta spesso con se l’accezione di acquisto online con carta di credito. Questo è un grave errore per il nostro settore. Il commercio è soprattutto consulenza pre e post acquisto. Ecommerce nella nostra visione è l’insieme di tecnologie e strategie in grado di soddisfare al meglio il cliente nelle differenti fasi del customer journey. Alla luce di questo e delle nostre abitudini l’ecommerce è un canale imprescindibile che si deve saper interpretare al meglio rispetto al proprio target di riferimento.

Gv: Chi vincerà la sfida ecommerce?

“Non ci sarà un vincitore ma molti. Il servizio turistico è un servizio poliedrico, ossia risponde a target, bisogno e aspettative differenti. Chi saprà ben interpretare questi tre aspetti sarà il vincitore nella sua nicchia. Il ruolo della tecnologia in tutto ciò è quello di abbattere ancor di più i confini”.

Gv: Su quali prodotti state investendo?

“Il nostro mindset, convinti che solo portando a nuovi livelli e nuove dimensioni le nostre conoscenze e competenze sapremo trasformarle in maestrie in grado di comprendere i bisogni del mercato. Una entusiasmante grande sfida”.

Laura Dominici

Tags:

Potrebbe interessarti