Italia e Francia unite per promuovere l’open air

Una nuova offerta turistica che vede i confini non come limite, ma come opportunità per sviluppare una nuova offerta outdoor che valorizzi al contempo le proposte di Italia e Francia. Con l’obiettivo di incrementare e sviluppare questo progetto, nei mesi scorsi, un centinaio di operatori, tra buyer e seller, ha preso parte al workshop online “Outdoor senza confini”. Due intense giornate di appuntamenti b2b in cui fornitori di servizi turistici, italiani e francesi, hanno potuto incontrare tour operator confinanti interessati a nuove opportunità utili alla creazione di pacchetti turistici ad hoc per tutte le attività all’aria aperta.

Gli incontri virtuali

Le sessioni di incontri virtuali, inoltre, sono state precedute da due webinar di presentazione dell’offerta turistica. Una giornata è stata dedicata a Piemonte (con le province di Torino e Cuneo), Valle d’Aosta, Liguria (con la provincia di Imperia) che hanno illustrato le peculiarità del proprio territorio al mercato francese.
L’indomani poi l’appuntamento ha visto protagonisti Auvergne Rhône-Alpes (con i Dipartimenti Alta Savoia e Monte Bianco), Regione Sud Paca (con i Dipartimenti Alpi dell’Alta Provenza, Alpi Marittime) che hanno proposto le proprie peculiarità al territorio al mercato tricolore.

Il progetto

L’iniziativa “Outdoor senza confini” rientra nell’ambito del Progetto offerta integrata outdoor | Qualità – PITEM M.I.T.O. programma Interreg Alcotra (Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera).
L’obiettivo è quello di strutturare e rafforzare un’offerta turistica integrata e transfrontaliera che, attorno al prodotto outdoor, crei proposte di tempo libero che si vadano a completare grazie alle altre risorse turistiche del territorio che comprende già due località molto rinomate come il Monte Bianco e la Costa Azzurra.
Alcune attività all’aria aperta sono già sviluppate, ma conosciute solo a livello locale con aperture su mercati europei e concentrate sul turismo sciistico invernale.
I temi di vacanza, rigorosamente attiva, sono i più disparati e spaziano tra: alpinismo, escursioni in bici, trekking con passeggiate (a piedi o a cavallo) su sentieri segnalati e immersi nella natura, poi ancora golf, arrampicata, sport su fiume, lago o neve, senza dimenticare le gioie del gusto con percorsi enogastronomici oltre all’ampio ventaglio di attività sportive legate al mare. Tutte proposte che seguono i nuovi trend della domanda sempre più focalizzata su tutto quello che è “en plein air”.
Visit Piemonte Dmo è capofila del progetto, insieme ai partner Regione Autonoma Valle d’Aosta, Regione Liguria, Département des Alpes de Haute-Provence, Regione Sud Paca, Comité Régional Tourisme Rhône Alpes, Département de la Savoie.

Sveva Faldella

Tags: , , , , , , ,

Potrebbe interessarti