Usa, mercato dei viaggi verso il sorpasso del 2019

Dai minimi storici del 2020, già lo scorso anno il mercato dei viaggi statunitense ha mostrato uno scatto in avanti. Secondo le previsioni di Phocuswright gli Stati Uniti potranno addirittura superare le performance del 2019, di ben 13 punti percentuali, entro il 2025.

Le sfide chiave

Il settore continua ad affrontare sfide chiave, tra cui possibili ondate pandemiche successive, carenze di manodopera e un aumento dei prezzi del carburante, principalmente a causa della guerra Russia-Ucraina in corso.
“Nonostante queste potenziali insidie – spiega il rapporto di Phocuswright – si prevede che l’industria turistica statunitense raggiunga quasi la sua dimensione pre-pandemica entro il 2023, e continui a fare modesti guadagni negli anni successivi”.
Secondo l’ultimo rapporto di ricerca sui viaggi della società, le prenotazioni lorde totali dei viaggi sono cresciute del 67% a 272,6 miliardi di dollari nel 2021, dopo un calo del 60% nel 2020. Nel 2022 si prevede che il mercato dei viaggi salirà del 34%, seguito da una crescita più modesta fino al 2025. A quel punto, il mercato dei viaggi negli Stati Uniti raggiungerà un valore previsto di 461,7 miliardi di dollari, il 13% in più rispetto al valore del 2019.

Tags:

Potrebbe interessarti