Calano i merger nel turismo

Nel mese di aprile sono state annunciate 64 operazioni (tra fusioni e acquisizioni, private equity e venture financing) nel settore dei viaggi e del turismo (T&T) a livello globale, con un calo del 28,1% rispetto alle 89 annunciate a marzo 2022. A dirlo GlobalData.

“In tutte le regioni si è registrato un calo dell’attività del settore T&T, con una diminuzione del volume delle operazioni in molti dei principali mercati globali – ha commentato Aurojyoti Bose, analista capo di GlobalData -. Anche la maggior parte delle tipologie di operazioni ha subito una battuta d’arresto. L’aumento dei costi del carburante e lo spavento per la nuova variante del Covid-19 sono tra le ragioni principali del calo”.

Gli annunci di fusioni e acquisizioni e di operazioni di private equity sono diminuiti rispettivamente del 42,6% e del 9,1%, mentre il numero di operazioni di venture financing è aumentato dell’11,8% ad aprile rispetto al mese precedente.

Molti dei principali mercati globali hanno registrato una flessione delle attività di compravendita nel settore dei viaggi e del turismo nell’aprile 2022. Mercati come gli Stati Uniti, il Regno Unito, l’India e la Germania hanno registrato rispettivamente una diminuzione del 29%, del 12,5%, del 33,3% e del 75% del volume di transazioni ad aprile rispetto al mese precedente. Tuttavia, mercati come il Giappone, la Spagna, la Francia e la Svezia hanno registrato un miglioramento dell’attività di transazione.

Tags:

Potrebbe interessarti