Patanè: “Tour operating distrutto da questi due anni”

Il sistema del tour operating arriva distrutto da questi due anni. Settemari, che si occupa di outgoing, faceva 105 mln di euro nel 2019, nel 2022 ne farà 40. E’ un settore veramente massacrato, come l’airline e il resto del comparto”. Così Luca Patanè, presidente del Gruppo Uvet, a margine della 72ma assemblea Federalberghi, tenutasi di recente a Parma, e a proposito della stoccata di Bocca sugli aiuti a operatori e adv.

I tour operatori italiani più forti sono quelli che facevano outgoing, non quelli che facevano incoming – prosegue Patanè -. Bocca parla delle sue strutture in funzione del fatto che iniziano a riprogrammare l’Italia, perché negli ultimi due anni il nostro Paese è andato molto bene. Ma operatori come Alpitour non vivono sul mercato Italia”.

Detto questo il presidente si dice d’accordo con Bocca: “Due mesi sono persi”. Anche il mercato dei congressi e degli eventi, “che per l’Italia è importantissimo ed è alto spendente, è massacrato ancora adesso. E questo è un grande problema”.

Nicoletta Somma

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti