Europ Assistance: viaggi in ripresa, pur con modalità diverse

Gli spostamenti per le vacanze sono ricominciati sia pure con modalità molto diverse dal passato. La pandemia ha cambiato il modo di viaggiare, le destinazioni, i tempi di prenotazione”. Parola di Fabio Carsenzuola, a.d. di Europ Assistance Italia.

Secondo il manager è cambiata la percezione delle incognite: prima della pandemia, riporta Il Sole 24 Ore, ad acquistare polizze complete era il 35% dei clienti, ora la quota è raddoppiata al 70%. Confrontando poi il periodo pasquale 2019 e 2022 la società ha “riscontrato un incremento del 30% delle polizze sottoscritte online, oltra a un abbassamento drastico dell’età media dei sottoscrittori“.

Un altro mutamento secondo Europ Assistance consiste nel fatto che molte famiglie preferiscano optare per soluzioni abitative diverse da hotel e alberghi, prenotando villette, magari in condivisione con amici. Il problema in questo caso è la cauzione, spesso considerevole, che di fatto blocca l’utilizzo della carta di credito durante la vacanza. Per ovviare all’ostacolo la società ha messo a punto un prodotto che consente di versare la cauzione senza che questo vada a impattare il plafond.

L’a.d. confida di tornare ai “numeri del 2019 con un fatturato di 380 milioni“.

Tags:

Potrebbe interessarti