Amazing Veneto, imprese unite per la valorizzazione del territorio

Con l’eductour alla scoperta del territorio, che segue un primo ciclo di workshop virtuali con buyer internazionali e italiani, è entrato nel vivo Amazing Veneto. Un progetto di promozione e rivalorizzazione realizzato grazie a un bando della Regione Veneto che ha stanziato 6,5 milioni di euro. Per questa iniziativa è stata realizzata una rete di imprese turistiche (19 agenzie di viaggio e tre strutture ricettive) con l’obiettivo di far conoscere la molteplicità di prodotti che la zona offre.

Il progetto

L’offerta, appunto, è stata segmentata in una serie di cluster che hanno fatto da filo conduttore nei singoli incontri virtuali tra domanda e offerta: enogastronomia, montagna & outdoor, mare & laghi, cultura. Nei giorni scorsi un gruppo di buyer (selezionati da Givi srl) provenienti da Francia, Germania, Paesi Bassi, Italia e Israele è stato protagonista dell’educational “Viaggio nei sapori del Veneto tra Verona e Treviso passando per Asolo” nel corso del quale hanno avuto l’opportunità di incontrare le aziende del territorio e gustare le peculiarità del territorio.

“Ho avuto modo di partecipare come ‘spettatore’. -ha commentato Gabriele Milani, direttore nazionale di Fto– Era palpabile la qualità e la professionalità delle esperienze messe a disposizione dei buyer invitati. Vendere una destinazione, al giorno d’oggi, significa offrire l’occasione di una fruizione immersiva e a suo modo unica, perché cucita in modo sartoriale addosso al cliente. Non è più possibile offrire prodotti preconfezionati, ma è necessario costruire percorsi originali che portino ad assaporare la vera essenza dei territori. Stiamo assistendo a una impetuosa crescita dello slow tourism e a una profonda riscoperta delle bellezze che il nostro Paese custodisce anche al di fuori dei soliti circuiti. C’è molta voglia di Italia anche al di là dai confini nazionali: in tanti desiderano visitare la Penisola e Amazing Veneto riesce nell’impresa di esaltare una gemma come il Veneto nella sua esclusività e complessità. Ecco perché non vediamo l’ora di rimanere stupiti con le prossime esperienze della rete”.

Le tappe del tour

L’esperienza ha avuto inizio a Verona e, proseguendo, i buyer hanno avuto modo di assaporare il vino prodotto nella Valpolicella dalle cantine Tommasi, Buglioni, Torre di Terzolan, Giovanni Ederle e nel Soave dalla Cantina del Castello. A seguire la cooking class a “La Soffritta” dove i buyer hanno avuto occasione di sperimentare la cucina veneta cimentandosi nella preparazione della pasta fresca. Tappe successive Asolo e il territorio di Treviso con la visita delle cantine Bortolomiol, delle Vigne di Sarah e l’Agriturismo Vedova. L’eductour si è concluso a Villa Soligo con un incontro tra i buyer e le imprese della rete, un’occasione importante di confronto e di connessione tra agenzie.

L’esperienza delle imprese della rete

“Gli eductour sono uno strumento estremamente efficace per l’attività di promozione del nostro territorio. -ha affermato Luca Rebesco di Canova Tour– La strada che stiamo tracciando con il progetto Amazing Veneto va nella giusta direzione: appassionare i buyer e farli immergere a 360 gradi nella esperienza Veneto”.

“Quando abbiamo portato i buyer nei territori del nostro Veneto abbiamo avuto conferma che c’è assoluta necessità di valorizzare le meraviglie che caratterizzano la regione facendole conoscere e riscoprire. -ha commentato Alessandra Baldoin di Baldoin Viaggi– La valorizzazione del territorio fuori dal circuito turistico veneziano, grazie al know-how portato dalla rete di imprese di Amazing Veneto, può diventare finalmente realtà. Il prodotto, che siamo in grado di offrire alle imprese estere, costituito da un’ampia varietà di offerta ed esperienze da svolgere su tutta la regione, è possibile grazie soprattutto all’estrema capillarità territoriale dei nostri operatori. Con Amazing Veneto abbiamo finalmente la possibilità di diventare il motore di cui il Veneto ha bisogno per promuovere tutte le sue eccellenze.”

“È stato entusiasmante organizzare questo eductour per diverse ragioni ma la prima è sicuramente la voglia di far conoscere le eccellenze della nostra regione e, in particolare, della provincia di Treviso dove risiediamo. Ristoratori, guide, cantine e alberghi si sono tutti adoperati come sempre per offrire il meglio dei nostri servizi e prodotti. -aggiunge Lorena Torresan di Fuoriclasse Viaggi– Noi li abbiamo accompagnati consolidando la sinergia presente all’interno del gruppo Amazing avendo la possibilità di leggere negli occhi dei nostri ospiti lo stupore per aver scoperto una zona che non si aspettavano potesse essere così affascinante. È stata anche l’occasione per far capire come si possa affiancare una esperienza enogastronomica ad arte e cultura, alternando degustazioni a visite dei borghi più belli d’Italia o di luoghi dove sono nati, vissuti o semplicemente passati artisti come Canova o Giorgione”.

“Organizzare e coordinare l’eductour per la parte di Verona e Valpolicella è stato molto stimolante, ci siamo sentiti parte di un progetto più ampio, con la consapevolezza di poter raccontare il nostro territorio e promuoverlo nel mondo con alcuni importanti operatori internazionali.-conclude Matteo Pasqualotto di Ways Tours– Il lavoro di squadra con i colleghi di Amazing Veneto è stato fondamentale per la creazione di un itinerario indimenticabile tra le eccellenze enogastronomiche venete.”

Sveva Faldella

Tags: , , , , , ,

Potrebbe interessarti