Continuità territoriale: Dat Volidisicilia in attesa per vendere i voli estivi

Dat Volidisicilia lancia il suo appello in tema di voli in continuità territoriale sulla Sicilia. E questo perchè il vettore attende la decisione degli enti preposti per mettere in vendita i voli per l’estate 2022. Nei sistemi di prenotazione sono stati caricati i voli per la stagione estiva, ma non risultano ancora prenotabili, perchè si attende, appunto, la decisione degli enti preposti. Dat A/S è una compagnia aerea danese fondata nel 1989 da Kirsten e Jesper Rungholm. Opera in Italia con il marchio Volidisicilia dal 1° luglio 2018 come assegnataria fino al 30 giugno 2022 dei collegamenti in oneri di servizio pubblico tra la Sicilia e le isole minori di Lampedusa e Pantelleria.

La scadenza del 30 giugno

“Il nostro impegno come previsto dal bando di gara vinto 4 anni fa scade al 30 giugno – fa presente Luigi Vallero, direttore generale di Dat Volidisicilia – e al momento non abbiamo ricevuto alcuna proposta formale per una proroga che copra i cinque mesi dal 1° luglio 2022 al 30 novembre 2022 quando partirà la nuova convenzione. Ribadiamo come più volte annunciato che il nostro interesse resta alto per ottenere un rinnovo di mandato o proroga avendo lavorato con altissima puntualità e regolarità in questi quattro anni”.

In attesa di un incontro

Il manager fa presente che è stato chiesto “urgentemente un incontro e sottolineando la necessità di un adeguamento di pochi euro sulle tariffe applicate a seguito dell’impennata del costo del carburante. Siamo in attesa di una convocazione per poter definire nel dettaglio il proseguimento delle nostre attività con i voli da Trapani, Palermo e Catania verso le isole di Lampedusa e Pantelleria. Questa situazione anomala sta creando confusione e disorientamento sul mercato con le rispettive cittadinanze, con gli operatori turistici e non ultimo con le diverse decine di maestranze impiegate e questo aspetto è stato evidenziato a più riprese agli organi competenti e riveste carattere di urgenza proprio per garantire la salvaguardia della stessa continuità territoriale”.

Al manager preme ricordare che “in questi quattro anni malgrado il periodo particolare degli ultimi due, a causa dell’emergenza epidemiologica, abbiamo trasportato circa 650mila passeggeri effettuando punte di 28 voli giornalieri con 4 aeromobili basati in Sicilia. Inoltre, in accordo con i principali tour operator italiani abbiamo aperto collegamenti aggiuntivi, promuovendo il territorio siciliano nel tentativo di allungare la stagione con i voli Catania-Brindisi, Catania-Olbia e Napoli-Lampedusa”.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti