Garavaglia: sbloccati 380 mln di crediti di imposta per comparto turistico ricettivo

Il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia ha predisposto un decreto attuativo da 380 milioni, relativo al credito d’imposta per le strutture ricettive turistico-alberghiere, agrituristiche, termali ed all’aria aperta. Il provvedimento prevede 180 milioni per il 2020 e 200 milioni per il 2021.

L’avviso pubblico per la concessione

Sul sito del ministero del Turismo è stato pubblicato l’avviso pubblico per la concessione. Il provvedimento consente ai beneficiari di usufruire del credito d’imposta per le spese sostenute nel 2020 e nel 2021.

L’avviso è rivolto alle strutture ricettive esistenti alla data del 1° gennaio 2012. L’agevolazione consiste in un credito d’imposta nella misura del 65% delle spese sostenute, entro il massimo di 200mila euro, per interventi di: manutenzione straordinaria, restauro e di risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, eliminazione delle barriere architettoniche, incremento dell’efficienza energetica, adozione di misure antisismiche, acquisto di mobili e componenti d’arredo, realizzazione di piscine termali, per i soli stabilimenti termali, acquisizione di attrezzature e apparecchiature necessarie per lo svolgimento delle attività termali, per i soli stabilimenti termali. Questi interventi si aggiungono al credito d’imposta ed ai contributi a fondo perduto previsti dal Pnrr e compresi nel decreto 152/21, per il quale il ministero del Turismo ha già adottato i provvedimenti attuativi.

Sul sito del ministero del Turismo si fa presente che, nella sezione amministrazione trasparente, è disponibile la versione aggiornata dell’avviso pubblico recante le “modalità applicative per l’accesso alla piattaforma online per la concessione del credito d’imposta di cui all’articolo 79 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126”, ai sensi dell’articolo 5, comma 1, del decreto del ministro del Turismo di concerto con il ministro dell’Economia e delle Finanze, il ministro dello Sviluppo economico, il ministro della Transizione ecologica e il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili n. 3934 del 17 marzo 2022. Tale avviso aggiorna e sostituisce la versione pubblicata in data 27 maggio 2022.

Il credito d’imposta

Il credito d’imposta è riconosciuto nei limiti delle risorse disponibili pari a 380 milioni di euro. Le domande possono essere compilate e presentate dalle 12:00 del giorno 13 giugno 2022 alle ore 12:00 del giorno 16 giugno 2022, accedendo alla piattaforma dedicata. Il link di accesso alla piattaforma sarà pubblicato il 13 giugno. Eventuali richieste di assistenza potranno essere inviate esclusivamente a mezzo e-mail scrivendo all’indirizzo: assistenza_creditodimposta@ministeroturismo.gov.it

Contestualmente, in questa sezione è stato pubblicato un documento sotto forma di link, che sintetizza le risposte ai principali quesiti trasmessi dagli utenti in relazione alle misure in oggetto.

Il plauso di Assoturismo

“Accogliamo con soddisfazione la decisione del ministro del turismo Garavaglia di concedere alle imprese una dilazione delle tempistiche per la presentazione delle domande relative al tax credit”. Così Assoturismo Confesercenti in relazione al credito di imposta di cui all’articolo 79 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126.

“Con l’Avviso n. 0006854/22 il Ministero ha chiarito le modalità ed i termini per l’ottenimento del tax credit riservato al comparto turistico ricettivo e finalizzato alla riqualificazione delle strutture immobiliari in uso. A tal proposito Assoturismo Confesercenti ha sollevato alcune criticità legate alle procedure per la presentazione delle domande di accesso. Il Ministero ha accolto la richiesta di Assoturismo e disposto la proroga della data di invio della domanda alla nuova data: dalle ore 12:00 del giorno 13 giugno 2022 alle ore 12:00 del giorno 16 giugno 2022, accedendo alla piattaforma dedicata”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti