EDITORIA - EVENTI - SERVIZI DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE
Andamento prenotazioni online -17 giugno 2022<br> Barometro AboutHotel a cura di Blastness

Weekly update

Studio condotto nel periodo: 1 gennaio 2022 – 14 giugno 2022 – Canali: Siti web ufficiali delle strutture ricettive e OTA (Online Travel Agency es. Booking, Expedia, Hotels, ecc.) – Panel: 900+ strutture ricettive italiane (3,4,5 stelle, resort, boutique hotel, residenze storiche ecc.) clienti Blastness

L’andamento delle prenotazioni alberghiere transate sui siti web e OTA è in continua crescita. Dal 1 gennaio al 14 giugno sono state vendute oltre 1,5 milioni di notti per un valore di circa 360 milioni di euro. In data 6 giugno, con oltre 4 milioni di euro in 24 ore, è stato registrato il record di raccolta giornaliero.

Nelle ultime due settimane, dal 1 al 14 giugno, sono state vendute circa 200 mila notti per un valore di 50 milioni di euro.

Si conferma l’incidenza di sito web e OTA che rimangono rispettivamente al 34% e al 66%.

L’Italia rappresenta sempre il primo mercato con una quota pari al 19%, seguita da Stati Uniti (16%), Regno Unito (9%), Germania (8%), Francia (6%), Svizzera (6%), Austria (3%), Spagna (2%), Paesi Bassi (2%), Israele (2%), Belgio (2%), Australia (2%), Canada (2), Brasile (1%).

I soggiorni, come in precedenza, vengono prenotati per la maggior parte con ampio anticipo (il 30% ad oltre 90 giorni dalla data di check-in), con una durata di soggiorno per lo più di 2, 3 o 4 notti, interessando principalmente i mesi di giugno e luglio.

La percentuale di prenotazioni last minute, effettuate entro una settimana dal check-in, resta invariata al 15% del totale.

Analisi pick up sito web

Resta stabile la provenienza delle prenotazioni transate dai siti ufficiali delle strutture ricettive: gli Stati Uniti sono il primo mercato, il 28% dei soggiorni – infatti – è stato prenotato da utenti americani, seguiti da italiani (18%), anglosassoni (8%), tedeschi (7%), svizzeri (7%) e francesi (6%). Nella top ten nuovamente il Canada con una quota di mercato pari al 2%.

Analisi cluster

Costiera Amalfitana

Dall’analisi riguardante le strutture della Costiera Amalfitana emerge come l’incidenza del canale diretto di vendita sia molto più alta rispetto alla media generale. Infatti, il 49% delle prenotazioni transate online è stato effettuato dai siti ufficiali delle strutture alberghiere. Il sito web è il primo canale di vendita in assoluto seguito da Booking che registra il 19% di quota di mercato.

Su un totale di 35 mila notti prenotate, la metà (il 51%) proviene dagli Stati Uniti, seguiti dal Regno Unito (12%), a conferma di come la Costiera rappresenti una delle mete più ambite dai turisti anglo-americani.  A seguire Italia (6%), Australia (4%) Canada (3%) e Francia (3%).

Le prenotazioni interessano soprattutto i mesi di luglio e agosto, con una prevalenza di soggiorno di 3 (26%) e 4 notti (21%). In questo caso, sono già molto numerose le prenotazioni per agosto rispetto alla media generale.

Isole Campania

Anche per quanto riguarda le Isole della Campania (Ischia e Capri) il canale diretto risulta il primo canale di vendita. Infatti, il 48% del transato online è stato registrato dai siti ufficiali delle strutture alberghiere, seguiti da Booking con il 29%.

 

Come per la Costiera Amalfitana, al primo posto restano gli Stati Uniti (34%), al secondo l’Italia (22%) e al terzo il Regno Unito (10%). Seguono Francia (5%), Germania (4%) e Svizzera (3%).

Per le isole campane i soggiorni interessano soprattutto i mesi di giugno e luglio, con una permanenza media di 3 (33%) o 4 notti (18%).

Tags:

Potrebbe interessarti