Isole Vergini Britanniche, più semplici le procedure d’ingresso

A partire da mercoledì 15 giugno 2022, i visitatori che si recano alle Isole Vergini Britanniche (Bvi), indipendentemente dallo stato di vaccinazione, non dovranno più registrarsi per l’autorizzazione sul portale di viaggio Bvi Gateway e non dovranno esibire la prova della stipula di un’assicurazione di viaggio. Ad annunciare la notizia, Marlon A. Penn, ministro della Salute e dello sviluppo sociale

Day-tripper, ovvero i viaggiatori che sono stati lontani dal Territorio per meno di 24 ore o i visitatori che sono rimasti nel Territorio per meno di 24 ore, non dovranno più presentare il risultato del test Covid-19 all’arrivo.

Per tutti gli altri viaggiatori di età superiore ai 5 anni, indipendentemente dallo stato vaccinale, verranno applicati i seguenti requisiti di ingresso:

• Presentare un test antigenico rapido negativo, o test rt-Pcr, eseguito fino a 48 ore prima dell’ingresso.

• In alternativa, è possibile presentare entro 90 giorni prima dell’arrivo un documento rilasciato da un medico abilitato che attesti la guarigione da Covid-19, in sostituzione di un test negativo.

• Se non si è in grado di presentare un risultato del test, o un certificato di guarigione, il soggetto sarà sottoposto al test all’arrivo.

• I soggetti che risultano positivi all’arrivo dovranno attenersi ai protocolli e alle istruzioni del Ministero della Salute per le persone positive al Covid-19.

Queste procedure saranno monitorate costantemente per determinare eventuali modifiche da apportare in futuro.

È importante tenere presente che tutti i viaggiatori che entrano nel Territorio continueranno a essere sottoposti allo screening Covid-19 e chiunque manifesti sintomi potrà essere sottoposto al test al punto di ingresso.

Il Governo ha inoltre deciso che, con effetto dal 15 giugno 2022, l’uso di mascherine, sia all’interno che all’esterno, non sarà più obbligatorio per legge, ma sarà opzionale negli spazi pubblici.

Anche se l’obbligo sulla mascherina è stato revocato, qualsiasi attività o esercizio può istituire il proprio regolamento sull’uso della maschera. Lo stesso si applicherà al settore pubblico e il vice governatore svilupperà una normativa sulle situazioni in cui sarà ancora necessario indossare la mascherina, come le agenzie di assistenza sanitaria e sociale, i servizi di protezione delle frontiere e altri dipartimenti a contatto con il pubblico in cui il rischio di esposizione è maggiore

Tags:

Potrebbe interessarti