Ryanair, gli scioperi mettono a rischio 600mila passeggeri

Mabrian ha analizzato l’impatto degli scioperi di Ryanair di questa settimana, che per quanto riguarda l’Italia vedono confermata l’agitazione per sabato 25 giugno e per 24 ore complessive.

Lo sciopero, secondo Mabrian, mette a rischio quasi 600.000 viaggiatori che volano da Belgio, Francia, Italia, Spagna e Portogallo in soli tre giorni, per un totale di oltre 3.000 voli.

La Spagna sarà il mercato più colpito, con circa 300.000 posti programmati su oltre 1.500 voli, con l’aeroporto di Maiorca come scalo più colpito.

Carlos Cendra, direttore vendite e marketing di Mabrian, commenta: “Sebbene in tempi normali alcuni di questi passeggeri potrebbero ancora viaggiare con mezzi alternativi o riorganizzarsi per un’altra data, stavolta sembra che molti dovranno rinunciare definitivamente ai loro piani a causa del fatto che altre compagnie aeree come easyJet hanno tagliato le loro schedule e probabilmente dovranno affrontare a loro volta degli scioperi, ritardi nella sicurezza aeroportuale e uno sciopero ferroviario nazionale nel Regno Unito. Ogni viaggio in meno è un peccato per le destinazioni europee, che si aspettano questi visitatori in un momento in cui stanno cercando di recuperare le mancate entrate nel 2020 e nel 2021, affrontando costi del personale più elevati e inflazione. Ancora una volta siamo di fronte a un cambiamento improvviso e inaspettato nel mercato. Negli ultimi anni il settore ha dovuto affrontare una pandemia, una guerra e ora una crisi della forza lavoro. Penso che nessuno dubiti più del valore di dati globali aggiornati al minuto sulle tendenze del turismo per prendere le decisioni giuste in momenti come questi”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti