Iata: 10% delle vendite aeree delle adv avviene tramite Ndc

L’adozione di Ndc è in aumento tra le compagnie aeree: lo sostiene il direttore della distribuzione Iata Yanik Hoyles, secondo cui il 10% delle vendite indirette viene effettuato tramite un’interfaccia di programma applicativo (Api) Ndc, rispetto al 5-6% di gennaio 2021. Le vendite indirette tramite Api avvengono attraverso un’agenzia di viaggi o un’Ota.

La percentuale è promettente, ha detto Hoyles, soprattutto perché i gds non sono in piena produzione Ndc. Alcune Tmc di medie dimensioni prevedono di affidarsi ai loro gds per i contenuti Ndc.

Hoyles ha stimato che il 95% delle vendite indirette di Ndc riguardi i viaggi leisure. Ha individuato tre ragioni: il calo dei viaggi d’affari durante la pandemia, il fatto che il leisure sia meno complesso e che le Tmc stiano aspettando i loro gds.

Oggi più di 60 compagnie aeree sono certificate Ndc, ha detto Hoyles, e rappresentano più della metà del volume di passeggeri Iata. Anche se le diverse parti stanno procedendo a velocità diverse con l’adozione del protocollo, l’iniziativa sta avanzando, ha concluso.

Tags:

Potrebbe interessarti