JPMorgan Chase & Co entra nel mondo dei viaggi

JPMorgan Chase & Co. fa il suo ingresso nel mondo dei viaggi e lo fa con l’acquisizione della mega-agenzia Frosch. L’operazione rappresenta un fiore all’occhiello per l’intero settore dei viaggi, affermano i dirigenti di Frosch, ma è anche indice della forza che ha il settore delle agenzie di viaggi, come si legge su Travelweekly.com.

La mossa

“Ogni consulente di viaggi dovrebbe essere orgoglioso ed entusiasta del fatto che una delle aziende migliori e più rispettate al mondo stia entrando nel mondo dei viaggi”, ha affermato Bryan Leibman, ceo di Frosch, con sedi a New York e Houston, gli fa eco Marc Kazlauskas, presidente della divisione leisure e delle filiali statunitensi di Frosch.

All’inizio di quest’anno è stata diffusa la notizia che JPMorgan aveva in programma di acquisire la mega-agenzia. Qualche informazione in più sui suoi piani in ambito travel è circolata a maggio.

Marianne Lake, co-ceo di JPMorgan per il settore bancario dei consumatori e della comunità, ha affermato che i viaggi sono al centro del business delle carte dell’azienda. JPMorgan collabora con “alcuni dei marchi più prestigiosi nel settore dei viaggi”, ha affermato Lake. A suo dire, nel mercato statunitense, 1 dollaro ogni 4 su una carta Chase è per i viaggi leisure, mentre 1 dollaro ogni 3 spesi per i viaggi leisure proviene da un cliente Chase. Gran parte di quella spesa non è stata effettuata tramite una piattaforma di prenotazione Chase.

“Durante la pandemia abbiamo intravisto l’opportunità del nostro destino nel settore dei viaggi”, ha affermato, il che ha portato all’acquisizione sia del fornitore di soluzioni tecnologiche cxLoyalty, annunciato a fine 2020, sia di Frosch. Insieme, queste società forniscono a JPMorgan un motore di prenotazione, contenuti, servizi e capacità di concierge, “oggi stimiamo di essere uno dei primi cinque fornitori di viaggi negli Stati Uniti – ha affermato Lake -. Oltre al controllo dell’esperienza del cliente, che è tutto, ora abbiamo il controllo economico. Saremo su larga scala e supereremo 10 miliardi di dollari di volume di viaggio sulla piattaforma il prossimo anno”.

I colloqui con Frosch sono iniziati alla fine dell’estate scorsa, JPMorgan era particolarmente interessata al servizio di fascia alta che Frosch fornisce ai clienti. Inoltre, è impegnata in tutte le divisioni e i marchi di Frosch, comprese le ex agenzie Power List Valerie Wilson Travel, che ha acquisito nel maggio 2021, e Conlin Travel, un’acquisizione avvenuta ad ottobre 2021.

A seguito della acquisizione, Frosch avrà accesso a nuove risorse, inclusa una maggiore sicurezza informatica, una componente fondamentale soprattutto per i clienti aziendali e di intrattenimento.

Tags: ,

Potrebbe interessarti