Sita: “I viaggi tecnologici stanno diventando realtà” 

Sempre più passeggeri per volare decidono di affidarsi alle tecnologie touchless e al cellulare, è quanto emerge dal Passenger It Insights 2022 di Sita, fornitore globale di tecnologia per il trasporto aereo. Il rapporto mostra come la pandemia abbia accelerato anche la digitalizzazione dei viaggi aerei e la disponibilità dei viaggiatori ad adottare le soluzioni digitali, mobile e touchless.

I risultati evidenziano tuttavia che i controlli sanitari siano un punto dolente che ha rallentato l’automazione dei processi di viaggio (end-to-end), tantoché nel primo trimestre del 2022, nonostante un certo uso della tecnologia in questa fase, oltre la metà dei passeggeri ha fatto ricerche sui requisiti per i controlli sanitari e ha preferito presentare manualmente la documentazione. L’incertezza sui requisiti sanitari e sulle regole di viaggio ha probabilmente portato i viaggiatori a cercare una maggiore interazione con il personale aereo all’inizio del viaggio, nella fasi del check-in, etichettatura e consegna dei bagagli.

Più tecnologia piace 

Maggiore è il ricorso alla tecnologia durante il viaggio, più i passeggeri sono risultati avere un tasso di gradimento più elevato: dall’indagine emerge che l’87% dei viaggiatori prova emozioni positive riguardo al controllo dell’identità, con un aumento dell’11% rispetto al 2016, lo stesso vale per l’84% dei passeggeri che manifesta soddisfazione durante il ritiro dei bagagli, con un incremento del 9%. Queste sono anche le aree in cui l’adozione della tecnologia è aumentata maggiormente, grazie ai cellulari e ai gate automatizzati, con la metà dei passeggeri che ora riceve anche informazioni in tempo reale sulla consegna dei bagagli.

Piace anche l’identità biometrica, visto che i passeggeri hanno dato a questa soluzione un voto di 7,3 su 10 (dove 10 rappresenta il massimo del comfort), a riprova che i viaggiatori dopo la pandemia vorrebbero semplificare alcune fasi del viaggio.

I passeggeri vogliono volare di più 

L’indagine di Sita evidenzia che i passeggeri nel 2023 vogliono volare di più rispetto a prima della pandemia, prevedendo una stima di 2,93 voli per passeggero nel corso dell’anno per i viaggi business e 3,90 per il tempo libero. Nel valutare se volare o meno, i principali ostacoli sono il prezzo dei biglietti, i rischi per la salute e i rischi geopolitici.

La sostenibilità è un ulteriore fattore decisivo: circa la metà dei passeggeri apprezzerebbe che gli aeroporti e le compagnie aeree implementassero nuove soluzioni it a sostegno della sostenibilità, quali il monitoraggio delle prestazioni ambientali dell’aeroporto per ridurre le emissioni e l’ottimizzazione delle rotte di volo per ridurre il consumo di carburante. Quasi tutti i passeggeri pagherebbero in media l’11% in più del prezzo del biglietto per compensare le emissioni di carbonio del volo.

Domanda in ripresa 

David Lavorel, ceo di Sita, esprime soddisfazione in merito al fatto che “la domanda si sta riprendendo e sta addirittura superando i livelli precedenti alla pandemia, non solo per il tempo libero, ma anche per i viaggi d’affari. Stiamo vedendo che i viaggi tecnologici stanno diventando una realtà – dice – a dimostrazione che il settore del trasporto aereo punta deciso alla digitalizzazione dei processi di viaggio e di tutte le operazioni necessarie. Inoltre, al fine di avere un viaggio più comodo e senza intoppi, constatiamo che i passeggeri sono sempre più favorevoli, durante tutta la durata del viaggio, all’uso di tecnologie su cellulare e di quelle che non richiedono contatto. Le soluzioni IT oggi sono fondamentali per la ripresa del trasporto aereo ed essenziali per un viaggio digitale post-pandemia”.

Portfolio ampliato

Ecco che, in linea con le principali necessità espresse dai viaggiatori, Sita ha ampliato il portafoglio dei propri servizi con Sita Flex-as-a-Service, una piattaforma di nuova generazione che consente alle compagnie aeree di offrire ai passeggeri un’esperienza completamente mobile, garantendo la flessibilità necessaria per rispondere rapidamente alle mutevoli esigenze dei viaggiatori, e con Swift Drop – parte di Sita Smart Path – , una soluzione di consegna bagagli self-service sviluppata con Alstef Group e integrata ai chioschi TS6 di Sita, per migliorare la gestione dei bagagli dal momento in cui vengono messi sul nastro trasportatore, identificando in pochi secondi i bagagli in sovrappeso o fuori misura.

Tags:

Potrebbe interessarti