Quando il viaggio comincia sui social

Ora che i segnali di mercato appaiono incoraggianti, tanti inneggiano alla voglia di ricominciare a viaggiare, ma è una voglia che gli agenti di viaggi – perlomeno quelli più avvezzi ai canali social – hanno iniziato a coltivare oltre due anni fa, quando gli spostamenti erano banditi e facevano viaggiare i loro clienti grazie alla fantasia e all’esperienza maturata sulle destinazioni.

Da uno studio di Deloitte è emerso che dallo scoppio della pandemia è cambiato l’uso degli strumenti digitali, che vengono utilizzati sia per interagire con i clienti (lo ha riferito il 48% delle Pmi oggetto dello studio), sia per attività di marketing e per attrarre nuovi clienti (il 43%) ma anche per attrarre nuovi clienti e costruire brand awareness. Ora che la pausa forzata volge al termine, e l’industria dell’hospitality ricomincia a fiorire in Italia e all’estero, il mondo Meta (Facebook, Whatsapp, Instagram) ha chiesto alle agenzie di viaggi e alle travel community più “digital” una testimonianza della loro esperienza.

Il caso di Avventure Esotiche

Fabiana Raffani è un’agente di viaggi da quasi vent’anni, ha iniziato giovanissima con tanta voglia di imparare questo mestiere, inseguendo il sogno di girare il mondo. Nel 2010 ha investito tutti i soldi dei regali del suo matrimonio per aprire una piccola agenzia di viaggio in appena 20 mq di spazio, completamente da sola, iniziando dalle basi: le capitali europee, weekend in Italia, biglietti aerei. Fino al 2015, quando ha deciso che voleva far vedere il mondo a tutte le persone che la conoscevano. All’epoca non esistevano agenzie di viaggio “social” e nemmeno travel blogger, non c’era nessuno che andando in viaggio raccontasse la destinazione attraverso dei video narrati. Il Giappone è stato il viaggio che l’ha lanciata sui social in questo senso, e da lì Avventure Esotiche è diventato un punto di riferimento nazionale per tantissime destinazioni. Il suo fatturato, grazie alle vetrine social, è diventato a sei zeri. Oggi ha 5 dipendenti e ha deciso di fare le cose “difficili”, specializzandosi nelle isole del Pacifico e in viaggi di nicchia in destinazioni uniche e remote. “Senza Facebook, Instagram e Whatsapp io non sarei assolutamente l’agenzia che sono oggi – racconta -. Devo tutto a Facebook, e negli ultimi 2 anni anche ad Instagram. Grazie a questi strumenti noi riusciamo a vendere in Germania, Inghilterra, in Svizzera, nonché in tutti luoghi d’Italia, da Lipari fino alla Val d’Aosta viaggi del valore di 40.000 euro. La globalizzazione delle vendite mi ha permesso anche di veicolare i prodotti che mi piacevano di più e mi davano più soddisfazione, senza rimanere stretta in una realtà locale dove non avrei mai potuto vendere alcune destinazioni. Nell’ultimo anno, WhatsApp è stato provvidenziale nella comunicazione con il cliente, perché grazie ad esso si crea quel rapporto amichevole e immediato che ci permette di chiudere le vendite in maniera più veloce. Personalmente, non vedo l’ora di sbarcare nel metaverso”. Nel 2022, le mete in assoluto più richieste secondo l’esperienza di Raffani sono state gli Stati Uniti e le Maldive.

Il lusso con Italy Customized

Italy Customized, nata nel 2013 dall’incontro di Alberto Bassilichi e Linda Sorgiovanni,  è un’agenzia di viaggio e tour operator situata nel centro storico di Firenze specializzata nell’organizzazione di viaggi ed esperienze di lusso, principalmente per una clientela interazionale e su tutto il territorio italiano. Grazie a Facebook e Instagram, Alberto e Lidia mostrano la loro attività quotidiana attraverso foto, video e dirette. Lavorando principalmente con viaggiatori internazionali (soprattutto statunitensi), è necessario dare loro le maggiori sicurezze possibili su chi organizzerà il loro tour in Italia. “Whatsapp assume un ruolo più immediato quando il cliente si trova sul territorio per inviare e ricevere informazioni istantanee – commentano – ed è uno strumento utile per annullare le distanze e fornire supporto immediato. Quali sono le mete preferite di quest’estate? Sul podio Toscana, Costiera Amalfitana, Roma. Anche la Puglia e il suo mare stanno registrando un crescente interesse”.

Voglia di crociera con Lastminuteclick

Nato nel 2005 con l’intento di distribuire online pacchetti vacanze e crociere, Lastminuteclick ha puntato su una serie di plus in termini di servizio e assistenza e oggi sono oltre 450.000 i clienti che hanno scelto di affidargli l’organizzazione delle proprie vacanze. Numeri che hanno permesso all’azienda di consolidare i rapporti con i tour operator italiani ed esteri. La crescita aziendale, sia in termini di fatturato che in termini di ottimizzazione della comunicazione con i clienti, non poteva non passare per i principali canali social. “Nel 2018 abbiamo iniziato a utilizzare i chatbot su Messenger, sia per fornire assistenza in tempo reale, sia per promuovere offerte e contenuti – dichiara l’azienda -. Ovviamente i social vengono utilizzati anche in maniera tradizionale per promuovere contenuti e fare lead generation”. Le mete più gettonate nel 2022? Per Lastminuteclick sono Mar Rosso, con Sharm el Sheikh che la fa da padrone.

Tour on the road al femminile

MissBiker è una community nata sui social per supportare le donne che vogliono cimentarsi nei viaggi in sella. A 37 anni, Lisa Cavalli ha aperto una community su Facebook dove voleva riunire tutte le motocicliste che avevano bisogno di consigli, supporto, confronto, ispirazione, sia neofite che esperte, senza distinzione di età, tipologia di moto o provenienza. “E così – spiega – senza che me lo aspettassi, il numero è cresciuto a dismisura fino a farmi capire che le centaure avevano bisogno di un punto di riferimento ma anche di riconoscersi in un unico movimento che poteva cambiare lo status quo”. Ha lasciato un lavoro sicuro per aprire la sua Partita Iva, e senza quasi accorgersene, è diventata tester di moto e abbigliamento, blogger, ambassador di alcuni brand e ha cominciato a rappresentare una nicchia di appassionate che conta oggi circa l’11% dei motociclisti in Italia. Grazie alla community (la principale conta oltre 10.200 donne ed è una delle più importanti e influenti al mondo) è potuta entrare in contatto con tante donne. Le interazioni sono moltissime, arrivano a sfiorare l’82% mensile di utenti attivi. La pagina Facebook è altrettanto importante ed è una specie di oblò che permette a tutti di sbirciare nel suo mondo e comunicare. Anche su Instagram le ragazze sono protagoniste. Whatsapp è usato per confrontarsi nei vari gruppi locali, organizzare ritrovi, coordinare il team, pubblicizzare articoli o itinerari. Secondo un recente sondaggio della community, la meta più scelta dalle motocicliste per le vacanze estive è il Trentino Alto Adige, seguito da Toscana, Veneto, Abruzzo e Friuli Venezia Giulia. Per quanto riguarda l’estero, la Francia è molto gettonata, seguita da Austria e Slovenia.

I numeri di Meta

Tutte le app del gruppo contano 3,64 miliardi di persone che le utilizzano attivamente ogni mese (dati del primo trimestre ‘22)  e 2,87 miliardi usano una o più app del gruppo ogni giorno. Per quanto riguarda Facebook, dei 34 milioni di persone che accedono alla piattaforma ogni mese in Italia, il 97% degli utenti lo fa da mobile (dati del quarto trimestre ‘21)

Su Instagram la curiosità riguarda quella dei profili aziendali registrati come “proprietà di donne”, che sono cresciuti più del 20% da novembre. I reels sono diventati fondamentali, e rappresentano il 20% del tempo speso su Instagram (dato primo trimestre del ‘22)

L’app di WhatsApp Business ha ora 50 milioni di utenti e sta crescendo rapidamente; ci sono 8 milioni di cataloghi aziendali disponibili sulla piattaforma.

Laura Dominici

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: , , , , , , ,

Potrebbe interessarti