Mappamondo: l’inverno si sta già muovendo

“L’andamento delle prenotazioni è molto buono e non solo per l’estate”. Così Andrea Mele, ceo Mappamondo, commenta il trend attuale del booking. Il manager analizza tuttavia: “C’è tanta confusione da parte della clientela, che, rimasta ferma per due anni, ora si ritrova di nuovo a scegliere”. Per l’operatore le destinazioni più gettonate sono “l’Indonesia per l’estate, mentre la Thailandia sta partendo con un maggiore ritardo a causa delle restrizioni che erano in vigore fino a marzo – afferma il ceo -. Anche il Perù sta andando molto bene e sulla Polinesia praticamente non c’è più posto. Sull’Australia sta contribuendo il volo diretto Roma-Perth di Qantas e rileviamo una domanda per viaggi di alto livello in Paesi come Namibia, Botzwana e Sudafrica. Fatica un po’ Cuba”. Rimane anche nel post pandemia una tematica “irrisolta”: “Se già pre-Covid la richiesta di preventivazioni era abnorme – commenta Mele -, oggi la questione è ancora più accentuata. Anche lato fornitori ci sono problemi, per esempio per la mancanza di personale e di guide”. Per quanto riguarda le pratiche, invece, il ceo sostiene che dipenda da t.o. a t.o: “Noi lavoriamo in buona parte su allotment, per cui non abbiamo difficoltà”. Intanto l’operatore scalda i motori per i prossimi mesi: “L’inverno si muove – rileva Mele -, in primis con Dubai. Non prevediamo di introdurre new entry in termini di destinazioni, ma sicuramente di apportare migliorie su quelle che già abbiamo in portfolio. Speriamo che per la stagione fredda parta come si deve l’Arabia Saudita e che ritorni a pieno l’Iran”. Di recente Mappamondo ha potenziato la squadra commerciale con l’inserimento di una sales account dedicata a Lombardia e Svizzera italiana: si tratta di Lorenza Bulgari, professionista con pluriennale esperienza maturata in numerosi tour operator e rappresentanze turistiche.

Nicoletta Somma

Tags: ,

Potrebbe interessarti