Pantelleria, la lunga stagione dei gruppi

Nell’estate 2022, il trend della domanda conferma ancora un solido interesse sul Mare Italia. Ne abbiamo parlato con Fabio Casano, direttore consorzio Pantelleria Island. “Stiamo registrando molto interesse su Pantelleria e l’apertura della stagione è stata certificata dall’evento che si è tenuto dal 2 al 5 giugno, The Island Festival organizzato da Musa srl con la nostra collaborazione per quanto riguarda l’incoming sull’isola.Un evento musicale ed esperienziale che ha offerto la scoperta del territorio tramite le esperienze da noi programmate oltre agli eventi musicali con artisti internazionali come Peggy Gou, Joe Claussell, Nu Genea. I periodi di spalla, guardando ormai alla fine di settembre e ottobre, stanno registrando un ottimo interesse soprattutto da parte dei gruppi, che sfruttando le varie proposte tematiche che offriamo sul nostro portale a loro dedicato hanno già generato dei sold out sulle prime due settimane di ottobre”.

Gv: Come vanno le prenotazioni? Può fare un paragone con il 2019?

“Dopo questi due anni di pandemia, in cui il mercato interno si è riversato sul Mare Italia, dobbiamo registrare un rafforzamento delle presenze nazionali che probabilmente hanno scoperto delle destinazioni che prima non avrebbero preso in considerazione ma che, una volta testate, hanno avuto la forza di fidelizzare la clientela come è accaduto a Pantelleria. Possiamo quindi dire che stiamo registrando flussi assolutamente paragonabili al 2019. Ricordiamo che offriamo soluzioni volo incluso dai principali aeroporti italiani”.

Gv: Quale la scelta più richiesta sull’accomodation?

“Pantelleria offre un prodotto unico nel panorama ricettivo, i dammusi, le tipiche abitazione dell’isola che rappresentano il primo prodotto turistico richiesto. Sono tante le strutture che hanno trasformato queste tradizionali abitazioni in veri e propri resort, senza tralasciare le strutture ricettive alberghiere sul mare come l’Hotel Cossyra e Mursia il Residence Kuddie Rosse, o la Tenuta Bukkuram immersa nei vigneti di zibibbo”.

Gv: Oltre al soggiorno, che cosa chiedono i turisti?

“Pantelleria Island ha da sempre puntato a promuovere l’isola come un prodotto completo delle tante attività che offre, puntando quindi sui vari tematismi, il trekking, la mountain bike, l’archeologia, il termalismo, l’enogastronomia a conferma di questo negli anni abbiamo dato vita a tre portali dedicati a Pantelleria, pantelleriaisland.it, che offre la possibilità di scoprire Pantelleria a 360 gradi sia dal punto di vista ricettivo sia di attività sul territorio, pantelleriatrek.it, che invece offre un prodotto turistico per i gruppi e per finire con pantelleriacharme.it, portale per il settore lusso che offre una selezione di prodotti di livello alto con una serie di servizi ad hoc personalizzati”.

Gv: Quali le criticità e la vostra policy in termini di flessibilità?

“Abbiamo avuto un forte ritardo nella riconferma dei voli in tratta sociale che collegano Pantelleria alla Sicilia. Questo ha generato un blocco delle vendite dei voli dal primo luglio dagli aeroporti di Trapani, Palermo e Catania ma la situazione si è sbloccata. Per quanto ci riguarda, il periodo storico impone di attenzionare la policy di cancellazione per permettere al cliente di prenotare con serenità la sua vacanza. Abbiamo quindi lanciato nei primi mesi del 2022 delle promozioni con cancellazione gratuita fino a una settimana prima della partenza che continuano a essere presenti per diverse strutture che commercializziamo”.

Paola Olivari

Tags: ,

Potrebbe interessarti