Isole Vergini Britanniche, in arrivo iniziative per il trade

C’è interesse da parte dell’Italia“. Così Marco Castaldi, pr manager Italy The British Virgin Islands Tourist Board & Film Commission, si esprime sul trend turistico delle Isole Vergini Britanniche. “La destinazione è certamente di nicchia, anche in ragione dei collegamenti aerei (da St. Maarten via Parigi e Amsterdam, o da Puerto Rico) – aggiunge -, in particolare attira velisti, viaggi di nozze o celebrazioni, sportivi e diver, ma anche famiglie. E’ ancora intatta e sebbene sia di alto livello, offre sistemazioni accessibili, come quelle dell’ospitalità alternativa”. Il soggiorno minimo solitamente è 10 giorni.

Come non menzionare poi Necker Island, l’isola di Richard Branson nelle Bvi? Può essere affittata in esclusiva, ma in alcuni periodi dell’anno (le cosiddette “Celebration Weeks“) sono disponibili camere singole.

Oggi è più semplice entrare nel Paese: non occorre registrarsi obbligatoriamente al portale Bvi Gateway o esibire un’assicurazione (che comunque rimane consigliata in qualsiasi viaggio, ndr), ma soltanto un test rapido o Pcr 48 ore prima della partenza (è possibile effettuarlo comunque all’arrivo).

Il primo mercato inbound è naturalmente lo Uk. “L’obiettivo è riconsolidare la destinazione – commenta Castaldi – nei numeri pre-pandemia. Nel 2023 sono previsti iniziative importanti sul trade, a cominciare dall’autunno”.

Nicoletta Somma

Tags: ,

Potrebbe interessarti