Venezia, il Marco Polo recupera: a luglio ripresa all’81%

Quattro quinti di ripresa. Li registra nella seconda settimana di luglio l’aeroporto Marco Polo di Venezia, che tra l’11 e il 17 di questo mese ha gestito 238.000 passeggeri, che corrispondono all’81% rispetto al medesimo periodo del 2019.

“I servizi all’utenza – si legge in una nota del gruppo Save -, rallentati dalla complessa situazione che sta interessando il trasporto aereo a livello internazionale, stanno progressivamente migliorando, grazie ad interventi messi in atto da tutti gli operatori presenti in aeroporto”.

Nel periodo considerato, i voli complessivi tra arrivi e partenze sono stati 1.692, di cui solo il 2,7% è stato cancellato. Un dato leggermente più alto rispetto alla media delle settimane precedenti (2 %), determinato dallo sciopero di domenica 17 luglio. Nella settimana, il tempo medio di attesa ai varchi di sicurezza è stato di 10 minuti.

Per quanto riguarda i tempi di riconsegna bagagli, la media è stata di 25 minuti per la consegna del primo bagaglio e 35 minuti per l’ultimo.

Un ulteriore dato importante, che inverte una tendenza negativa, riguarda il numero di bagagli “disguidati” in arrivo al Marco Polo. Si tratta di valigie spedite in ritardo da altri scali o erroneamente inviate a Venezia. Nella settimana, lo scalo ha ricevuto 1.712 bagagli disguidati, ma ne ha riavviati alla giusta destinazione 2.034.

Tags: ,

Potrebbe interessarti