Sita, due novità per un viaggio ancora più frictionless

Ancora più automazione nel travel e un’esperienza più frictionless per i viaggiatori. E’ con questo obiettivo che Sita, fornitore globale di tecnologia per il settore del trasporto aereo, ha annunciato il lancio delle soluzioni Sita eVisa e Sita Electronic Travel Authorization (Eta), per soddisfare la domanda in rapida crescita di governi di tutto il mondo che stanno spingendo verso soluzioni moderne di autorizzazione al viaggio, come i visti elettronici e le autorizzazioni di viaggio elettroniche, per stimolare le economie nazionali dopo il Covid-19, rafforzare la sicurezza e migliorare l’esperienza di viaggio.

“Le soluzioni di autorizzazione digitale – spiega la società in una nota – annoverano tra i vantaggi una maggiore sicurezza, una riduzione degli oneri amministrativi, una maggiore facilità di viaggio e un aumento dei flussi di visitatori, promuovendo una spesa che va a beneficio delle economie locali e crea occupazione”.

Oggi, per un importante cliente governativo dell’area Asia-Pacifico, il sistema Eta di Sita consente di emettere oltre 3 milioni di Eta all’anno, il 96% delle richieste si traduce nell’emissione automatica di un’autorizzazione e il 99% di tutte le richieste viene elaborato con successo in meno di 12 ore.

Sviluppata da Sita at borders, società di Sita specializzata nei servizi di gestione delle frontiere, la funzionalità mobile dei nuovi servizi eVisa ed Eta consente ai viaggiatori di presentare le domande e fornire le informazioni biometriche prima del viaggio tramite il cellulare.

Per i viaggiatori, questo è più semplice, più comodo e meno dispendioso in termini di tempo rispetto alla richiesta di visti tradizionali più complessi o presentati all’arrivo. I vantaggi si contano anche per gli stessi governi, che possono verificare biometricamente l’identità del richiedente. L’applicazione su mobile crea anche credenziali di viaggio digitali (Dtc) conformi alle norme previste dall’Icao (Organizzazione Internazionale Aviazione Civile), un’evoluzione dell’identità digitale per i viaggi che in futuro potrebbe sostituire i passaporti fisici.

Le soluzioni eVisa ed Eta di Sita forniscono visti contenenti il Visible Digital Seal (VDS) dell’Icao, un codice a barre criptato che consente di verificare digitalmente l’autenticità di visti e delle autorizzazioni al viaggio, cartacei o elettronici, offrendo una maggiore sicurezza e prevenzione delle frodi.

Jeremy Springall, responsabile di Sita at borders, ha dichiarato: “L’adozione di eVisa ed Eta porta benefici all’economia dei Paesi. Abbiamo prodotto i nostri sistemi di autorizzazione al viaggio per avvantaggiare un maggior numero di nazioni in tutto il mondo che si stanno spostando verso la digitalizzazione e la sicurezza delle frontiere. Le soluzioni aiutano i Paesi a far fronte ai crescenti volumi di passeggeri, a migliorare la sicurezza e l’efficienza e a offrire un’esperienza di viaggio senza intoppi, come richiesto dai viaggiatori, eliminando le complessità legate alla richiesta di visti tradizionali”.

Springall ha aggiunto: “L’adattabilità di queste due soluzioni significa che sono completamente interoperabili con i sistemi di controllo delle frontiere e delle compagnie aeree esistenti. Inoltre, sono conformi agli standard e alle migliori pratiche internazionali”.

Tags:

Potrebbe interessarti