Ezhaya, Astoi: “Al buio fino novembre”

L’instabilità politica ha riflessi sul travel? Sicuramente sì. Se non altro nei passaggi di testimone. Guida Viaggi ha posto due domande al presidente di Astoi Pier Ezhaya.

Gv: Quale il trend della domanda nei giorni successivi alla caduta del Governo? Notate rallentamenti o una crescita più frenata?

“Nessun effetto, la caduta di un governo ha impatti nel medio periodo non certo nel breve. Quindi, per ora tutto prosegue nella normalità, anche se tra un po’ si comincerà a vedere qualche effetto dettato dall’instabilità politica e dal ragionevole peggioramento del quadro economico”.

Ricominciare daccapo

Gv: A livello associativo, quali saranno le prossime mosse in vista di un autunno particolarmente caldo?

“Be’, intanto dobbiamo capire con chi dovremo dialogare e soprattutto se si proseguirà nella strada di un ministero dedicato o se invece si percorreranno altre strade. Purtroppo, ci vorrà molto tempo prima di essere efficaci. I prossimi due mesi vedranno, infatti, il governo in carica solo per gli affari correnti, poi bisognerà aspettare la nomina del Parlamento e del Governo e una volta fatto questo ci vorrà un inevitabile periodo di “riscaldamento” del nuovo ministro. Insomma, temo che prima di novembre staremo “al buio” e francamente ne avremmo fatto volentieri a meno”.

“I primi temi, per quello che ci riguarda, saranno il riavviamento delle procedure del Fondo da 39,3 milioni (non ancora nemmeno iniziate da gennaio 22), più altri temi più specifici che vanno dai voucher, alla decontribuzione e ai fondi per il Pnrr. La cosa che più scoraggia è che dovremo ricominciare da capo, come nel gioco dell’oca. Noi non siamo l’industria dell’automobile o dell’acciaio, siamo un settore di servizi con caratteristiche molto particolari che vanno spiegate e, con un po’ di pazienza, capite. Nel mio mandato Astoi, che è durato due anni, ho dovuto parlare con due Governi diversi: il Conte 2 e il governo Draghi. Ora arriva il terzo… credo che ogni commento ulteriore sia superfluo”.

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti