Ministero-Regioni: “Strategia condivisa su turismo”

Innovazione, sostenibilità, qualità e sicurezza, formazione e governance. Sono questi i cinque pilastri del Piano Strategico del Turismo italiano 2023-2027, al centro del dialogo andato in scena ieri tra il ministro del Turismo Massimo Garavaglia e gli assessori al Turismo delle regioni italiane.

In discussione, oltre al piano. anche le linee guida di sviluppo dell’enogastronomia del Turismo e l’accelerazione dell’utilizzo del Fondo nazionale del Turismo. Nel suo intervento Garavaglia ha sottolineato la necessità di “istruire la pratica del Piano strategico, nonostante l’attuale quadro politico, in piena sintonia con le Regioni”, invitando poi gli assessori regionali ad accelerare i tempi di spesa del Fondo.

L’incontro ha rappresentato anche l’occasione per presentare, insieme all’a.d. di Enit Roberta Garibaldi, le citate linee guida di sviluppo dell’enogastronomia nel Turismo, un documento che viene realizzato per la prima volta in Italia con lo scopo di valorizzare e promuovere un settore così strategico per il Paese.

Al termine della riunione il presidente degli assessori regionali al turismo, Daniele D’Amario (Abruzzo) ha espresso “piena condivisione con la strategia del Ministero”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti