Mice, l’indispensabile sostenibilità degli eventi

Lo scorso 28 luglio – un giorno prima rispetto al 2021 – è stato celebrato l’Earth Overshoot Day, il giorno in cui l’umanità ha utilizzato tutte le risorse biologiche che la Terra rigenera durante l’intero anno. Gli esperti di cambiamenti climatici hanno definito l’ondata di calore di questa estate un serissimo campanello d’allarme e molti prevedono che temperature più calde e incendi diventeranno condizioni “normali” se le emissioni di carbonio non verranno ridotte.

Ma che cosa c’entra tutto questo con l’industria degli eventi? C’entra eccome! Gli eventi lasciano una forte impronta di carbonio e utilizzano preziose risorse naturali che il pianeta non può permettersi di disperdere.

Sostenibilità scalabile

Il settore degli eventi deve rendersi conto che la misurazione e la compensazione delle emissioni di anidride carbonica non sono sufficienti e che la sostenibilità deve essere sistematicamente incorporata nella mission di un’azienda affinché i dipendenti, i clienti e l’intera catena di fornitura possano essere influenzati positivamente per ottenere un cambiamento reale e duraturo.

Oltre a ridurre il nostro impatto ambientale come industria, gli eventi aziendali hanno un ruolo importante da svolgere come facilitatore chiave nel riunire i leader della sostenibilità per risolvere le sfide, condividere idee e sviluppare soluzioni. Questa è la visione di micebook Ventures, che sta dando vita a un movimento di menti leader mostrando ai responsabili Mice esempi concreti e perché la collaborazione a livello di settore è fondamentale.

La portata globale del Mice

Ventures22, che si terrà dal 31 ottobre-2 novembre a Liverpool, si concentrerà sulle soluzioni per trasformare il mondo degli eventi aziendali in una forza positiva avviando il processo verso una visione sistemica. Il founder di micebook Ventures, Chris McQue, sostiene che “il crollo dell’Antropocene, di cui siamo stati testimoni più vicini che mai, dovrebbe essere una chiamata a gran voce per tutti i leader responsabili del settore Mice, affinché accelerino il cambiamento all’interno delle loro organizzazioni e di coloro che servono”.

“Come possiamo continuare a gestire eventi di comunicazione internazionale – ha aggiunto McQue, invitando gli event manager più ottimisti a partecipare all’evento – con le stesse vecchie modalità, con le piste degli aeroporti che si sciolgono, le linee ferroviarie che si piegano, gli aerei di linea a cherosene, le specie che scompaiono e le disuguaglianze globali in termini di accesso al cibo, energia, istruzione, salute, libertà e opportunità? La sfida ha una portata che dobbiamo affrontare come settore per una progettazione e una realizzazione mirate e sostenibili“.