Ana Holdings è tornata alla redditività

Ana Holdings è tornata alla redditività per la prima volta in 10 trimestri e il cash-flow operativo si è avvicinato ai livelli pre-Covid, superando i 100 miliardi di yen (circa 770,8 milioni di Usd). La compagnia ha, infatti, annunciato i risultati del primo trimestre dell’anno finanziario 2022-2023.

Il quadro complessivo

Nel primo trimestre dell’anno finanziario 2022-23 (1° aprile – 30 giugno 2022), l’economia giapponese si è risollevata, con un generale miglioramento degli utili aziendali e una graduale ripresa dei consumi personali. Nel settore aereo, la domanda di passeggeri è in rapida crescita, con l’allentamento delle restrizioni di viaggio sui voli nazionali e la riduzione delle restrizioni di ingresso in vari Paesi per i voli internazionali.

In queste condizioni economiche e operative, l’aumento del fatturato, dovuto principalmente all’attività di trasporto aereo, ha contribuito a un fatturato operativo di 350,4 miliardi di yen (circa 2,7 miliardi di Usd) per il trimestre. L’impatto negativo della pandemia ha portato a una perdita operativa di 1,3 miliardi di yen (circa 10 milioni di Usd), mentre l’utile ordinario è stato di 4,3 miliardi di yen (circa 33 milioni di Usd) e l’utile netto attribuibile agli azionisti è stato di 1 miliardo di yen (circa 7,7 milioni di Usd), per la prima volta in dieci trimestri Ana HD ha registrato un utile netto.

I dati di traffico

Per i voli internazionali il load factor è salito al 70,7%, avvicinandosi ai livelli pre-Covid, grazie alla crescita della domanda conseguente all’allentamento delle restrizioni all’ingresso in diversi Paesi. Con la ripresa della domanda business proveniente dal Giappone, al ritorno degli espatriati e alla incrementata richiesta di collegamenti tra l’Asia e il Nord America, il numero di passeggeri è aumentato di 5,2 volte e i ricavi sono aumentati di 4,8 volte con un significativo miglioramento rispetto all’anno precedente.

Sul fronte domestico il numero di passeggeri trasportati e il fatturato sono entrambi aumentati – rispettivamente 2,1 e di 2,0 volte rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente – raggiungendo il massimo risultato trimestrale dall’inizio della pandemia. Per la prima volta in tre anni, nel primo trimestre non sono state adottate misure di emergenza o quasi-emergenza, e la domanda per il tempo libero è ripresa costantemente e anche i viaggi d’affari sono cresciuti gradualmente.

Per il comparto Lcc (Peach Aviation), grazie all’utilizzo delle rotte acquisite da Ana e alle iniziative promozionali rivolte alla domanda leisure e di rimpatrio sulle rotte nazionali, il volume dei passeggeri è aumentato di 3,4 volte rispetto all’anno precedente e anche i ricavi hanno superato di gran lunga lo stesso periodo dell’anno precedente.

Le previsioni per l’anno finanziario 2022-2023 (aprile 2022 – marzo 2023) sono le seguenti. Ana HD prevede, per l’anno finanziario che si concluderà a marzo 2023, un fatturato di 1.660 miliardi di yen (circa 12.7 miliardi di Usd) e un utile un operativo di 50 miliardi di yen (circa 385,4 milioni di Usd).

Tags:

Potrebbe interessarti