Giubileo 2025, ruolo centrale dell’accoglienza

Ruolo centrale per l’accoglienza nel piano di interventi per il Giubileo 2025, come è emerso dal tavolo istituzionale presieduto da Draghi. I servizi di accoglienza verranno potenziati per garantire a utti di poter prendere parte agli eventi. Verrà inoltre allestito un nuovo Ostello della Gioventù e saranno ampliati i servizi sociali. L’obiettivo del piano è quello di agevolare il più possibile il rapporto tra la città e i milioni di pellegrini e visitatori che varcheranno nell’occasione le mura di Roma.

Riqualificazioni e rinnovi

Nell’area Vaticana è prevista la realizzazione di tramvie, migliorando l’accesso dei pellegrini alle aree dei grandi eventi, mentre la fruibilità delle grandi stazioni sarà migliorata; molto importante sarà l’apertura della fermata della metro C presso il Colosseo entro il 2024. Per ciò che riguarda la viabilità veicolare, si realizzeranno, tra gli altri, un sottovia veicolare a Piazza Pia e il sottopasso pedonale di Piazza Risorgimento, questo ultimo utile anche a migliorare e a potenziare l’accesso ai Musei Vaticani.

Per le metropolitane A e B, si attuerà un piano di manutenzione straordinaria e l’Atac rinnoverà massicciamente il proprio parco vetture. Saranno potenziati, inoltre, i collegamenti Termini – Fiumicino e il servizio ferroviario regionale e si potenzierà la mobilità “dolce”, di tipo pedonale o ciclabile, a partire dal Grab, il grande raccordo anulare delle bici, che consentirà anche una riqualificazione delle aree che attraversa, e la ciclabile Monte Ciocci – San Pietro. Il Giubileo 2025, inoltre, è anche la circostanza per riqualificare o realizzare alcuni percorsi pedonali di accesso alla città (Cammino di San Francesco, Cammino di San Benedetto, Via Francigena), compreso il collegamento alla Rete dei Cammini dei Pellegrini e il completamento del tratto della ciclovia tirrenica tra Roma e Fiumicino.

Allo scopo di potenziare l’accesso alle aree giubilari, è prevista, tra l’altro, la riqualificazione di alcuni percorsi pedonali (Via di Santo Spirito, Via dei Corridori, Via Ottaviano-San Pietro, attraversamento Via del Banco di Santo Spirito-Ponte Sant’Angelo, Via di Porta Angelica) nonché un piano di valorizzazione della pavimentazione delle strade del centro cittadino e l’attuazione del Piano Sanpietrini in Borgo Pio, Via Crescenzio, Via Cola di Rienzo.

Sarà predisposto un adeguato piano della sicurezza. Si avrà, per questa ragione, un potenziamento di tutti i sistemi di sicurezza cittadini, a partire da quello di videosorveglianza.