Irlanda chiama Italia

L’Irlanda scalda i motori per l’inverno e annuncia novità importanti soprattutto sul fronte dei cieli.

Si vola da Roma a Cork

A partire dalla fine di ottobre sarà possibile volare a Cork anche da Roma mentre il collegamento da Milano diventerà annuale. Restano confermati i voli da Verona, sempre verso Cork, e da Genova per raggiungere Dublino. Bisognerà attendere invece il 2023 per il ripristino del collegamento verso Belfast.

Italia, mercato altospendente

“L’Italia per l’Irlanda rappresenta il 6° mercato turistico in termini di arrivi ma il 5° in termini di vacanzieri- ha detto Ornella Gamacchio, pr per il Turismo Irlandese-, è una clientela altospendente e sempre più attratta da soluzioni all’insegna del lusso. La zona più amata e richiesta dagli italiani si conferma l’ovest  ma molti stanno iniziando a scoprire anche il nord, che è la parte più selvaggia del Paese e davvero sorprende chi la visita. Un itinerario di grande suggestione nel nord sono le terre di Games of Thrones, 25 location cinematografiche che hanno ospitato le riprese di questo fenomeno culturale mondiale. Anche il golf sta destando particolare interesse e richiama sempre più domanda”.

Cresce l’offerta ricettiva di Dublino

Nella capitale Dublino, sono numerosi gli hotel di nuova apertura e quelli che apriranno entro la fine dell’anno: l’Arthaushotel  che al centro della città onora lo spirito della famosa scuola d’arte e design Bauhaus che mirava a unire arte e persone, il Dublin One Hotel dedicato alle menti creative ed il The Samuel che rende omaggio alla vita e alle opere del premio Nobel irlandese Samuel Beckett nei vivaci e rinnovati Docklands della città, con vista sul fiume Liffey.

Alessandra Tesan

Tags: , ,

Potrebbe interessarti