Focus sull’archeologia, appuntamento a Paestum con Bmta

Torna dal 27 al 30 ottobre la XXIV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico a Paestum presso il Tabacchificio Cafasso. Ricco il palinsesto di eventi che comprende 100 conferenze in 5 sale in contemporanea, 500 tra moderatori e relatori tutti in presenza, 150 espositori (18 territori regionali rappresentati, 12 Regioni, Roma Capitale con il Municipio X e il ministero della Cultura con 500 mq dedicati), 20 Paesi esteri, 30 buyer europei selezionati dall’Enit e nazionali.

Candidatura della Via Appia Antica

Il ministero della Cultura nel proprio spazio presenterà la candidatura della Via Appia Antica, nel percorso integrale da Roma a Brindisi e comprensivo della variante traianea, per l’iscrizione nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

La manifestazione metterà in campo buone pratiche per sviluppare il turismo esperienziale e il turismo sostenibile, affinché istituzioni, Enti locali e organizzazioni datoriali possano farle proprie e concretizzarle a breve medio termine. In programma la conferenza sul sostegno del Pnrr a favore delle destinazioni turistico-archeologiche, in collaborazione con l’Ufficio Italia del Parlamento Europeo, occasione per presentare proposte migliorative alla luce dell’iter in corso con la partecipazione dei vertici del Parlamento Europeo, del ministero del Turismo e della Cultura, delle Commissioni Attività Produttive della Camera e dei Beni Culturali del Senato, delle organizzazioni Datoriali, dei principali Parchi Archeologici.

L’incoming

L’area ArcheoIncoming vuole incrementare la domanda turistica di prossimità europea e nazionale da parte dei tour operator specialisti (presenti in 10 nel salone espositivo grazie a Fiavet, Fto e Aidit con i precursori in Italia del viaggio esperienziale Piergianni Addis Kel12 Tour Operator, Enrico Ducrot Viaggi dell’Elefante, Willy Fassio Il Tucano Viaggi, Maurizio Levi I Viaggi di Maurizio Levi), da sempre vocati all’outgoing, ma dalla pandemia in poi proiettati anche sull’Italia. La loro partecipazione vedrà un confronto con i direttori dei Parchi e Musei statali autonomi giovedì 27 ottobre e, in qualità di buyer, caratterizzerà il workshop di sabato 29 ottobre anche su base nazionale;

Archeologia sotterranea

Non manca poi un focus sulla Archeologia sotterranea con il primo incontro nazionale delle Città Ipogee, che intende dare risalto ai tanti luoghi sotto le nostre città realizzati dall’uomo, quali caverne, cripte, catacombe, gallerie, labirinti per individuare contenuti e strumenti per promuovere una offerta contrassegnata da bellezza, unicità, percorsi emozionali, sostenibilità, dove città e territori sono protagonisti.

L’International Archaeological Discovery Award “Khaled al-Asaad”, giunto alla 8ª edizione e intitolato all’archeologo di Palmira che ha pagato con la vita la difesa del patrimonio culturale, premierà la “scoperta dell’anno 2021”: si tratta di un riconoscimento a livello mondiale dedicato al mondo dell’archeologia e in particolare ai suoi protagonisti, gli archeologi, che affrontano quotidianamente il loro compito nella doppia veste di studiosi del passato e di professionisti a servizio del territorio.

Opera di riqualificazione

Il sindaco di Capaccio Paestum Franco Alfieri sta intanto estendendo l’opera di riqualificazione dell’ampio Tabacchificio Cafasso agli altri edifici attigui, per consentire agli eventi di valore internazionale  di disporre di ampi spazi e più servizi.

La Regione Campania, rappresentata dall’assessore al Turismo Felice Casucci e dal direttore generale per le Politiche Culturali e il Turismo Rosanna Romano, sarà protagonista con uno spazio espositivo di 200 mq e al workshop di sabato 29 ottobre con i buyer europei selezionati dall’Enit e i buyer nazionali per promuovere il patrimonio archeologico dei grandi attrattori e soprattutto delle aree interne.

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti