Sciopero Atc francese: Ryanair si appella alla Ue

Ryanair ha chiesto alla Ue di agire immediatamente per proteggere i sorvoli sullo spazio aereo francese oggi, 16 settembre, in concomitanza dello sciopero di un giorno indetto dai controllori del traffico aereo francese (Atc).

Il vettore cancella 420 voli

Il vettore, in una nota, si rammarica di essere costretta a cancellare 420 voli, coinvolgendo 80mila passeggeri, che sorvoleranno la Francia oggi a causa dello sciopero, “che non ottiene altro che scombinare i piani di viaggio del fine settimana di migliaia di cittadini/visitatori europei – dice il vettore -. È inspiegabile che i voli che attraversano la Francia subiscano interruzioni a causa degli scioperi dell’Atc francese, mentre i voli nazionali francesi siano protetti da leggi sui servizi minimi. L’Unione Europea deve intervenire e proteggere i sorvoli in modo che i passeggeri che viaggiano tra Spagna, Italia, Irlanda, Germania, non siano coinvolti solo perché sorvolano la Francia mentre i sindacati Atc francesi scioperano”.

Le tre misure proposte

Il vettore propone tre misure che allevierebbero l’impatto sui cittadini europei. Il primo è richiedere ai sindacati Atc francesi di impegnarsi in arbitrati vincolanti invece di scioperi, il secondo è proteggere i sorvoli francesi (secondo le leggi sui servizi minimi), il terzo è consentire agli altri Atc europei di gestire i sorvoli sulla Francia mentre i sindacati Atc francesi scioperano.

Gli 80mila clienti Ryanair interessati sono stati informati e sono state comunicate loro le e opzioni disponibili via e-mail/sms. Ryanair si scusa con i suoi clienti per i disagi causati dallo sciopero francese.

Il direttore delle operazioni di Ryanair, Neal McMahon, ribadisce la posizione del vettore, che “chiede ancora una volta un’azione immediata dell’Ue per evitare che questi scioperi dell’Atc abbiano un impatto sui piani di viaggio di migliaia di cittadini/visitatori europei. È imperdonabile che i passeggeri che non stanno nemmeno volando da/per la Francia siano interessati perché sorvolano lo spazio aereo francese in un momento in cui le leggi francesi proteggono i voli nazionali”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti