Prove di parziale apertura per Hong Kong

Dopo la notizia dell’apertura ai viaggi individuali e visa-free da parte di Hong Kong (dall’11 ottobre), arriva un’altra (parziale) buona notizia dall’Estremo Oriente. Hong Kong  ha infatti allentato, anche se non del tutto, le restrizioni all’ingresso dei viaggiatori internazionali, a partire dal 26 settembre.

No quarantena

I visitatori provenienti dall’estero non devono più rimanere in quarantena per tre giorni in un hotel designato, ma i loro movimenti sono limitati per i primi tre giorni a Hong Kong. I visitatori possono prendere i mezzi di trasporto pubblici, ma per i primi tre giorni è loro vietato entrare in ristoranti, bar e altri esercizi commerciali. I visitatori possono ordinare cibo da asporto o cenare in camera d’albergo.

Test Pcr

All’arrivo a Hong Kong, i visitatori devono sottoporsi a un test Pcr e attendere i risultati dopo il terzo giorno. Se il test è negativo, non ci sono restrizioni all’ingresso nei locali pubblici, compresi ristoranti e bar. I viaggiatori in arrivo non avranno più bisogno di un test Pcr negativo entro 48 ore prima di imbarcarsi su un aereo per Hong Kong. Dovranno invece presentare un risultato negativo al test rapido dell’antigene Covid-19 effettuato entro 24 ore prima del volo. I visitatori devono essere completamente vaccinati per il Covid-19, a meno che non abbiano un certificato medico valido di esenzione.

Tags:

Potrebbe interessarti