Msc, più facile l’imbarco: via il vaccino obbligatorio

L’allentamento delle proprie regole di imbarco. Lo ha annunciato Msc Crociere, che a partire dal 1 ottobre 2022 rimodula il suo protocollo sanitario, rendendo più facile accesso alle navi.

Per tutti coloro che si imbarcheranno nel Mediterraneo, in Nord Europa, nel Mar Rosso, ai Caraibi e alle Antille non sarà più previsto l’obbligo di vaccinazione da Covid 19, anche se la stessa rimane fortemente raccomandata. Nelle stesse aree geografiche agli imbarcanti che risultano completamente vaccinati (due dosi di vaccino o una dose di Johnson & Johnson) non sarà più richiesto di presentare l’esito negativo del tampone, che rimane tuttavia consigliato.

L’obbligo di presentare un certificato con esito negativo di un test antigenico o molecolare, effettuato entro le 48 ore dall’imbarco, rimane solo per gli ospiti che non sono completamente vaccinati, che sono guariti dal Covid19 senza nessuna dose di vaccino oppure che hanno un’esenzione dal vaccino a causa di condizioni mediche con QR code.

Per tutti gli ospiti che andranno in crociera, invece, negli Emirati Arabi Uniti o in Qatar, resta obbligatoria la vaccinazione completa da Covid 19 a partire dai 16 anni. Anche per queste crociere decade l’obbligo del tampone entro le 48 ore dall’imbarco (tranne per chi imbarca da Doha), che resta comunque fortemente consigliato, mentre viene richiesto obbligatoriamente solo ai minori di 16 anni non in possesso del certificato di vaccinazione completa.

Infine, per i viaggiatori in partenza per una delle Msc World Cruise o per Grand Voyages, rimane vigente l’obbligatorietà del vaccino da Covid 19 dai 12 anni in su e del test antigenico o molecolare da effettuare nelle 48 ore prima dell’imbarco (dai 5 anni in su).

Tags:

Potrebbe interessarti