Il Giappone riapre: si vola con Ana. Attesa per il Milano–Tokyo Haneda

Il Giappone riapre. La notizia è nota ed era molto attesa dal mercato. Dall’11 ottobre sarà possibile tornare a visitare il Paese, previa vaccinazione completa oppure test molecolare negativo. Dopo due anni e mezzo di isolamento dovuto alla pandemia, anche i viaggiatori individuali potranno recarsi nel Paese del Sol Levante, destinazione ambita per le vacanze di molti italiani. Prima dell’inasprimento delle restrizioni all’ingresso dovuto al Covid, l’Italia era infatti il 4° mercato europeo per numero di arrivi annuali in Giappone.

Il viaggio con Ana e l’omotenashi

Con Ana (All Nippon Airways) il viaggio attraverso usi, costumi e cultura nipponici inizia già salendo a bordo dell’aeromobile, dove il servizio si ispira alla tradizionale ospitalità giapponese, l’omotenashi, cioè un’attenzione particolare per l’ospite e i suoi desideri, prima ancora che questi vengano espressi.

Durante il volo, le attenzioni del personale di bordo, le opzioni del menù tradizionale, così come l’offerta di bevande e gli accessori di viaggio offrono un primo assaggio della meta che si sta per raggiungere. Grazie al protocollo Ana Care Promise, la compagnia garantisce un ambiente sicuro, pulito e igienico a bordo dei suoi aerei.

In attesa del diretto Milano–Tokyo Haneda

In attesa dell’arrivo del volo diretto Milano–Tokyo Haneda, i passeggeri italiani possono volare in Giappone con Ana via l’aeroporto di Francoforte, dal quale il vettore opera due voli giornalieri. La città tedesca è raggiungibile con coincidenze da numerose città italiane con il Gruppo Lufthansa.

 

Tags:

Potrebbe interessarti