Il turismo oscuro incuriosisce e l’offerta cresce

Negli ultimi anni il turismo oscuro ha acquisito un grande seguito, con conseguente aumento dell’offerta per coprire questa curiosa domanda. Omicidi, traffico di droga, disastri nucleari sono alcuni dei temi su cui migliaia di persone hanno concentrato il loro interesse nell’organizzare i loro viaggi, alla ricerca di destinazioni che sono state segnate da qualche evento macabro e che oggi offrono esperienze legate a tali temi. In risposta a questa nuova tendenza, Civitatis, azienda attiva nella vendita di visite guidate, escursioni e tour gratuiti in lingua spagnola, ha selezionato alcune delle migliori attività.

Le proposte di Civitatis

Tra le diverse proposte di Civitatis c’è Palermo con il tour etico dell’Antimafia per scoprire i luoghi più emblematici della resistenza civile al potere mafioso e della ribellione al racket. Punto di incontro il Teatro Massimo di Palermo, da dove parte il tour dedicato alla mobilitazione civile contro la criminalità organizzata. Dopo aver osservato dall’esterno il Teatro Massimo, si va verso Piazza Beati Paoli, poi il Mercato del Capo. La tappa successiva sarà la Piazza della Memoria, dove si vedrà il memoriale dedicato ai magistrati uccisi dalla mafia. Ci si dirige poi verso la Cattedrale di Palermo, per conoscere (per chi non la conosce ancora) la storia di Don Pino Puglisi. Passando per il Municipio, poi Piazza Magione, nel quartiere arabo della Kalsa, dove trascorsero l’infanzia Falcone e Borsellino. Durante il percorso, sarà fatto notare il logo della campagna di consumo critico “Pago chi non paga”, esibito sulle vetrine degli esercizi commerciali che hanno detto No al racket, grazie al supporto del Comitato Addiopizzo, l’associazione che ha reso possibile la denuncia del pizzo in città. Il tour si concluderà in via Paternostro, dove si trova l’Antica Focacceria San Francesco, simbolo della lotta al racket, dove si può gustare lo street food palermitano.

Un altro tema è legato alle Catacombe di Parigi è uno dei cimiteri più mozzafiato della capitale francese. Situate nel 14° arrondissement, accanto al cimitero di Montparnasse, le Catacombe di Parigi costituiscono un inquietante cimitero sotterraneo composto da numerose gallerie di ossari. Durante la visita, si esplora il labirinto perlustrando i suoi tunnel situati a 20 metri di profondità, dove giacciono gli ossari di oltre sei milioni di parigini. Le spoglie di questi cittadini furono trasferite nelle catacombe tra la fine del XVIII secolo e l’inizio del XIX secolo, quando i cimiteri della capitale dovettero chiudere a causa delle condizioni insalubri in cui versavano. Le ossa si trovano generalmente accatastate sulle pareti delle gallerie sotterranee, ma anche in macabre sculture realizzate con resti ossei. E’ un viaggio nel sottosuolo alla scoperta del volto più lugubre e tetro di Parigi.

Tags:

Potrebbe interessarti