Islanda, la destinazione green per eccellenza che conquista sempre più italiani

I dati confermano un netto trend di crescita per l’Islanda. Nel periodo tra giugno e agosto 2022, i passeggeri italiani in transito sono stati 33mila, contro i 22mila nello stesso periodo del 2019. Un incremento dettato anche dall’ampia rete di collegamenti tra i due Paesi, operati da quattro compagnie aeree, in particolar modo sullo scalo di Keflavik che dista circa una 40 di km dalla capitale. “Continuiamo a proporre la totalità del nostro territorio, tutte le regioni, da vivere e scoprire in maniera sicura e responsabile. -spiega Karen Moller Sivertsen area manager di Visit Iceland– Negli ultimi anni inoltre si sono registrate numerose aperture in termini di accomodation, passando dagli hotel luxury fino ai camping. Soluzioni per diverse tipologie di target, ma tutte in destinazioni adatte per gli amanti dell’outdoor, della natura o degli sport invernali”.

Tra le recenti inaugurazioni si annoverano: l’Hvammsvík Ocean Estate con una forte impronta wellness, il Forest Lagoon e The Greenhouse. “Visit Iceland ha una versione del sito interamente in lingua italiana dove si possono trovare tutte le informazioni utili per organizzare al meglio il proprio viaggio, costantemente aggiornate. Tra le sezioni più interessanti, la mappa dell’Islanda che segnala i punti nei quali noleggiare le auto elettriche, siamo molto attenti a promuovere la mobilità sostenibile, oppure la possibilità di visualizzare una sorta di contatore delle persone presenti nelle varie aree di interesse o attrazioni in modo da scegliere le fasce orarie o le zone meno affollate”.

Sveva Faldella  

Tags: ,

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato