Msc non è più interessata ad Ita

Msc non è più interessata ad Ita Airways. La comunicazione di tale decisione è affidata ad una nota molto sintetica, in cui il gruppo crocieristico comunica il suo ritiro dalla partita ed anche il perché.

Non ci sono più le condizioni

“Il Gruppo Msc, leader mondiale nel settore del trasporto merci e passeggeri, conferma di aver già informato le autorità competenti di non essere più interessata a partecipare alla privatizzazione di Ita Airways, non ravvisandone le condizioni nell’attuale procedura”.

Repubblica lo definisce un colpo di scena, l’abbandono di Msc Group, ma osserva anche che la compagnia vedeva in Alfredo Altavilla, ex presidente esecutivo di Ita Airways, un alleato. Con l’uscita di scena del presidente anche Msc Group abbandona la partita, scrive il quotidiano. A condurre il gioco adesso ci sono Certares e sul fronte opposto Lufthansa. C’è da dire, però, che la parte tedesca vuole puntare ad una maggioranza di Ita, ma non vuole interferenze dello Stato e della politica.

L’inizio di tutto

Tutto è partito lo scorso gennaio quando è stata resa nota la notizia della alleanza tra Msc e Lufthansa per acquisire la maggioranza di Ita Airways. Entrambi espressero il desiderio che il Governo italiano mantenesse una quota di minoranza all’interno della società. Il gruppo crocieristico all’epoca motivò il suo interesse per Ita, per la “possibilità di attivare sinergie positive per entrambe le società sia nel settore cargo che passeggeri, in cui il gruppo è leader a livello globale”.

Come si sa a presentare le offerte vincolanti – oltre alla cordata Msc-Lufthansa – cera anche il fondo Usa Certares, affiancato da Air France-Klm e Delta. Nel primo caso si mirava ad una maggioranza non inferiore all’80% della compagnia (60% Msc e 20% Lh), mentre nel caso del fondo Certares, la partecipazione non avrebbe superato il 60%.

Msc fece però anche un’altra mossa, verso fine settembre, proprio nel giorno in cui Ita Airways apriva la data room alla cordata formata dal fondo di investimento Usa Certares e a Delta Air Lines, il gruppo crocieristico annunciava lo sviluppo di una sua compagnia aerea, Msc Air Cargo, “una nuova soluzione per rispondere alle richieste dei clienti e un servizio complementare all’offerta del trasporto merci via container”, spiegava una nota del gruppo. Una sorta di piano B che andava a sopperire alla mancata conquista di Ita. In un certo qual modo, se l’intenzione era quella di avere una compagnia, l’obiettivo era stato raggiunto.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti