Aiav aggiorna il marchio di qualità delle adv

Aiav aggiorna il disciplinare del Marchio di Qualità delle agenzie di viaggio e introduce un programma di formazione permanente basato su un sistema di crediti, come requisito essenziale per il rinnovo annuale del certificato. Tutte le novità sono pubblicate sul portale del Marchio, online all’indirizzo https://www.quiaiav.eu/

Il marchio e l’aggiornamento

Il Marchio di Qualità delle Agenzie di Viaggio è stato sviluppato da Aiav a tutela dei consumatori nel 2015 e dallo stesso anno è accreditato ufficialmente presso il ministero dello Sviluppo Economico, oggi ministero delle Imprese e del Made in Italy. Identifica le agenzie di viaggi che si distinguono per la qualità del servizio offerto ai clienti in termini di accoglienza, preparazione, professionalità e trasparenza.

L’aggiornamento del disciplinare si è reso necessario alla luce dei profondi cambiamenti che hanno interessato il mondo del turismo negli ultimi anni ed è il frutto di un lavoro di 18 mesi che ha posto al centro del progetto la formazione professionale, intesa come requisito essenziale tanto per l’accreditamento iniziale, quanto per il rinnovo annuale. Su indicazione del Ministero nel nuovo disciplinare il mantenimento del Marchio è subordinato all’ottenimento di 60 crediti formativi annuali, attraverso la frequenza e il superamento di specifici corsi di formazione incentrati sulle 4 macro-aree di riferimento per l’attività degli agenti di viaggi: tecnica turistica, competenza giuridica, competenza gestionale e amministrativa e tecniche di vendita.

La nuova piattaforma e-learning

A supporto del progetto e sempre su indicazione del ministero, Aiav ha realizzato una nuova piattaforma e-learning open-source ad accesso gratuito, che si chiama Campus-Aiav e sarà online nei prossimi giorni: parte dei corsi sono stati acquistati da accademie formative, altri sono stati realizzati da docenti che collaborano con l’associazione, altri ancora saranno sviluppati internamente, in collaborazione con i professionisti di Aiav e con altri partner.

La piattaforma ospiterà anche il nuovo test di ingresso introdotto dal disciplinare per valutare le competenze tecniche del personale, requisito essenziale per l’ottenimento del Marchio di Qualità. Il test rappresenta il terzo passaggio di un iter che comprende la presentazione di una domanda ufficiale, corredata da documenti comprovanti la regolarità dell’agenzia e un sopralluogo nei locali da parte della commissione di valutazione.

Non c’è qualità senza competenza

Tra i requisiti oggetto di valutazione rientrano la sottoscrizione della polizza RC e del Fondo di Garanzia, la regolarità della Direzione Tecnica, il rispetto delle norme di sicurezza sul lavoro e la conformità legale del sito web, oltre a criteri legati alla pulizia e all’accessibilità dei locali.

“Il nostro Marchio di Qualità è operativo da 7 anni ed è l’unico accreditato presso il dicastero competente – afferma Fulvio Avataneo, presidente Aiav -. Alla luce delle profonde trasformazioni che hanno contraddistinto il settore e della sempre più agguerrita concorrenza multicanale, il valore della qualità è ancora più importante rispetto al passato. Per questo, di concerto con il Ministero, i nostri associati e una serie di stakeholder del settore, abbiamo deciso di rafforzare il disciplinare, puntando in particolare sulla formazione: non c’è qualità in assenza di competenza e non è possibile credere che le conoscenze acquisite ieri possano ancora considerarsi valide oggi o domani. Lavoriamo a vantaggio dei clienti finali, certo, ma anche e soprattutto per la continuità della stessa platea agenziale”.

Tags:

Potrebbe interessarti