Austria: Italia sul podio a ottobre

Un inverno con proposte soft, oltre che adrenaliniche, e in particolare dodici attività cui dedicarsi: l’Austria punta sulle motivazioni di vacanza e guarda con fiducia al mercato italiano, forte dei risultati raggiunti nel semestre maggio-ottobre e nel solo mese di ottobre. A parlarne Kathrin Ploder, responsabile trade dell’ente.

I numeri

Da maggio a ottobre – afferma la manager – il mercato italiano si è posizionato al quarto posto nella classifica internazionale dei Paesi di provenienza, con 536mila arrivi e 1,5 milioni di pernottamenti. Nel solo mese di ottobre, con 65.000 arrivi e 152.000 pernottamenti, ha raggiunto la terza posizione, alle spalle della Germania e della Svizzera, principali bacini oltre, naturalmente, al turismo interno”. Pur non essendoci ancora le cifre record del 2019, la manager è positiva: “Siamo a buon punto”.

Le attività e gli eventi

Sono diverse le attività slow in cui cimentarsi: “Il pattinaggio sul lago ghiacciato, per esempio – racconta Ploder -, lo slittino sulla pista più lunga, le ciaspole, le carrozze con i cavalli”. Non solo, grande importanza hanno gli eventi: “In dicembre il Belvedere di Vienna celebra i 300 anni. Il grande progetto espositivo “Il Belvedere. 300 Jahre Ort der Kunst” (300 anni luogo d’arte) sarà visibile all’Orangerie a partire da dicembre; è un omaggio critico alla storia di un luogo che si è sempre evoluto nel corso dei secoli. Nel corso del 2023 saranno realizzate moltre altre iniziative in tutte le sedi del museo”. Il museo Albertina festeggerà l’anno prossimo i 20 anni dalla riapertura, organizzando due mostre, mentre a Salisburgo da fine gennaio la Mozart Week ripercorrerà le opere del giovanissimo bambino e i grandi ultimi capolavori. Il castello Ambras a Innsbruck ospiterà, invece, la mostra “Spaventosamente bello”, mentre nel 2024 Bad Ischl, insieme a 22 comuni del Salzkammergut, sarà capitale europea della cultura, “un titolo per la prima volta attribuito a una regione alpina e rurale – sottolinea Ploder -: è una zona molto suggestiva per i paesaggi che offre e con una storia che affonda le radici nel sale e nel suo commercio. Il motto per il 2024 sarà proprio – aggiunge la manager – la cultura è il nuovo sale”.

Per il trade e il pubblico

Per gli addetti ai lavori l’ente ha in programma un workshop con i partner austriaci in due date, il 20 marzo a Milano e il 21 marzo a Venezia; ci sarà anche Itb a Berlino. E’ tuttora in corso una campagna consumer declinata sull’Avvento.

Nella foto il nuovo direttore di Austria Turismo Herwig Kolzer e Kathrin Ploder.

Nicoletta Somma

Tags: ,

Potrebbe interessarti