Bto e le cento declinazioni del metaturismo

Un po’ buzzword, un po’ tendenza, un po’ visione. Sicuramente molti interessi, ricerca e spunti di rifllessione. Il fil rouge dell’avvincente edizione 2022 di Bto – Be Travel Onlife, in corso alla Leopolda di Firenze è il metaturismo, sintetizzato in un programma che abbraccia 100 eventi dedicati all’analisi delle nuove tendenze sulla tecnologia applicata al travel, le destinazioni, le professioni e i modi di viaggiare suddivisi nei quattro topic Hospitality, Food & Wine, Destination, Digital Strategy & Innovation.

Ma se è vero che, come sostengono alcune stime, entro il 2030 la maggior parte delle persone attive nel lavoro trascorrerà almeno un’ora al giorno nel metaverso e Gartner stima già il primo 25% entro il 2026 – Malta, supportata da queste previsioni, ha dato i natali al suo primo cittadino virtuale Marija, presentata proprio ieri a Bto – la tecnologia è tout court una alternativa al viaggio?

Realtà mista

Sgomberiamo immediatamente il campo dal dubbio: la risposta è no.

“Ma il metaverso – ha dichiarato il direttore scientifico di Bto 2022 Francesco Tapinassi – avrà in futuro impatto sul lavoro, sull’educazione, sull’entertainment, sulla divulgazione e sulla formazione dei professionisti. E naturalmente sul turismo. Si sta andando verso un mondo di realtà mista ma sicuramente non verso una sostituzione. Certo si dovrà governare questa evoluzione – non è una rivoluzione – perché le tempistiche del metaverso potrebbero non collimare con le aspettative degli investitori. Grazie alla tecnologia, comunque, le proiezioni su futuro sono molto interessanti. Il metaverso non è un nemico ma una straordinaria opportunità. E ci saranno tanti metaversi da utilizzare, tanti luoghi virtuali per le interpretazioni turistiche più ampie possibili. Viviamo in un mondo già, e in futuro sempre più, phygital”.

Tra portale e social

“Oggi è necessario riflettere sugli strumenti attraverso i quali fare promozione turistica. Il portale istituzionale Visittuscany.com è stato al centro dei nostri lavori e ha visto ampliata la collaborazione fra gli Iat, la Regione e il territorio – ha spiegato il direttore di Fondazione Sistema Toscana Francesco Palumbo -. Oggi disponibile in 5 lingue offre importanti novità, tra le quali l’Atlante dei Cammini e le sezioni Pedalare in Toscana e Golf in Toscana, settori in costante sviluppo e che, anche sul sito, verranno costantemente arricchiti di contenuti e informazioni, anche tecniche, per gli utenti. Quest’anno è stata realizzata per la prima volta una campagna promozionale su Connected Tv rivolta ad alcune tra le maggiori città statunitensi mentre con influencer dedicati abbiamo aperto un canale su TikTok e ripreso WeChat per il mercato cinese. Altro aspetto che riteniamo fondamentale è la profilazione del visitatore, che può avvenire tramite operatore al momento di una richiesta oppure in autonomia”.

Intervento del ministro Santanchè

“Il turismo – ha detto in collegamento il ministro del Turismo Daniela Santanchè – vive un approccio sempre più digitale. Sono emersi nuovi trend, per esempio unire lo smartworking con le vacanze, un fenomeno che richiede politiche specifiche per essere incentivato. Su questi temi Bto offre spunti di riflessione importanti. Sul tema del turismo sostenibile stiamo lavorando molto, come Ministero, anche grazie ai 6 milioni di euro previsti nel Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, per l’iniziativa Grandi destinazioni italiane per un turismo sostenibile, realizzato con la capofila Firenze, Milano, Napoli, Roma e Venezia”.

Verso la multisensorialità virtuale

“Molte sono le persone attratte da una vacanza virtuale – ha detto Emma Chiu, Global Director Wunderman Thompson Intelligence – ed entro il 2026 molte città avranno una versione propria nel metaverso. Virtualmente è possibile scoprire sia i posti che non abbiamo ancora visto sia quelli che abbiamo già visitato e rivivere l’esperienza. Immaginare ciò che vogliamo visitare: il turismo virtuale può essere un modo per incrementare il turismo in persona. Nel futuro c’è l’obiettivo di creare un metaverso in cui si possano utilizzare anche i propri sensi, in cui le cose con cui interagiamo si possano assaggiare, se ne possa sentire il sapore”.

Tra le novità di questa edizione dedicata al metaturismo, la Meta-Bto realizzata da Carraro Lab, una sperimentazione inedita della sinergia phygital tra eventi fisici e virtuali, grazie è possibile visitare Bto virtualmente nel metaverso, sotto forma di avatar, accedendovi da pc, smartphone e visori Vr attraverso un Qrcode/link fornito ai partecipanti.

Lavoro corale dell’advisory board

Il programma di Bto dedicato al metaturismo nasce dal lavoro corale dell’advisory board, composto da professionisti provenienti da tutta Italia coordinati da Tapinassi. L’evento è promosso da Regione Toscana e Camera di Commercio di Firenze, mentre l’organizzazione è a cura di Toscana Promozione Turistica, PromoFirenze e Fondazione Sistema Toscana.

Ieri sono stati il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, l’assessore regionale al turismo Leonardo Marras, il presidente della Camera di Commercio di Firenze Leonardo Bassilichi, il direttore scientifico di Bto Francesco Tapinassi e il direttore di Fondazione Sistema Toscana Francesco Palumbo ad aprire la manifestazione.

I lavori proseguono oggi

Tra gli appuntamenti salienti del metaturismo della mattinata di oggi il panel “Work from anywhere. Il lavoro agile come leva su cui le destinazioni possono costruire un nuovo futuro”, al quale parteciperanno Giacomo Trovato, country manager Italia di Airbnb, Emma Taveri, coordinatrice Destination del comitato scientifico Bto e Alberto Mattei, presidente dell’Associazione italiana nomadi digitali; “La sostenibilità digitale nel settore dell’Agrifood e del turismo nella percezione degli italiani” con Stefano Epifani, presidente della Fondazione per la sostenibilità digitale; “Big quit, quitfluencer e appeal nel turismo” con il direttore generale di Federalberghi, Alessandro Massimo Nucara, la direttrice generale di Confindustria Alberghi, Barbara Casillo, il coordinatore nazionale di Assoturismo-Confesercenti, Corrado Luca Bianca e Francesco Tapinassi.

Nel pomeriggio del metaturismo di Bto appuntamento con “Martech e privacy, una relazione complicata” promosso da Fondazione Sistema Toscana. Tra gli speaker Gianluca Diegoli, marketing consultant & adjunct professor di Iilm, Guido Scorza del Garante per la protezione dei dati personali, Massimo Fubini general manager di MailUp+Contactlab, Chiara Leoni, avvocato, e Isabella Mazzeo, ata & Measurement lead Italy di Google Ads Privacy. Città protagoniste con il panel “Grandi Destinazioni Italiane per un turismo sostenibile”: sul palco ci saranno Firenze, Milano, Venezia, Napoli e Roma, con i rispettivi assessori al turismo insieme alla dirigente del Ministero del Turismo Martina Rosato mentre Francesco Seriacopi, Key Account Specialist di The Fork parlerà di consigli e “segreti” per la prenotazione online dei ristoranti e utilizzare i sistemi di pagamento digitali gratuiti.

PO

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Potrebbe interessarti