Inside Africa, il ’23 nel segno dei boutique tour

Inside Africa è la realtà proposta da Stefano Nori, travel consultant di lunga carriera con una particolare esperienza sul continente africano. Nella squadra anche Silvia Monaco, che si occupa di promozione a tutto tondo.

“A marzo 2022, al momento di ripartire, ritenni saebbe stato un errore riprendere da dove eravamo rimasti – spiega Nori, owner del piccolo tour operator -. Due anni di pandemia hanno radicalmente modificato l’idea del viaggio e il modo di affrontarlo. Per questo, volendo proporre nuove idee ma soprattutto un nuovo approccio al mercato, abbiamo pensato a una rinnovata linea di viaggi che potesse mediare tra la voglia di viaggiare in gruppo e il mantenimento delle caratteristiche di un viaggio individuale. Sono quindi nati i boutique tour, al momento limitati a Sudafrica, Senegal e Marocco, ma che presto estenderemo ad altre destinazioni, come Tanzania e Namibia. 
Devo dire che già a partire dall’estate 2022 hanno iniziato a darci belle soddisfazioni, incontrando il pieno favore dei viaggiatori”.

Una filosofia del viaggio

“Boutique non significa lusso o esclusività, ma intende proporre un approccio e una filosofia di viaggio basata su esperienze condivise con il giusto numero di partecipanti – precisa Nori -. Infatti abbiamo messo in programmazione un numero ridotto di partenze per un massimo di 8 ospiti, in boutique hotel o comunque piccole strutture e una serie di esperienze normalmente proposte come extra, ma da noi già incluse nel programma, per renderlo ricco, completo e fruibile”.

Le esperienze fanno la differenza

«Per fare qualche esempio, in Sudafrica la cena al Gold Restaurant la sera d’arrivo, con balli e canti africani, anticipata da una divertente drumming session, oppure la Graskop Lift Experience, grazie a un ascensore panoramico che conduce alla base di una gola da dove parte un percorso naturalistico – spiega – o il pranzo nel cuore del Watefront a Cape Town. In Senegal abbiamo un pernottamento in villa a Gorée, un altro in tenda su palafitte nel deserto di Lompoul oppure proponiamo una suggestiva cena sotto una tenda mauri tra le dune che dividono Oceano e Lago Rosa. Infine in Marocco, dove pernotteremo nei pressi della kasbah del Gladiatore e un piccolo boutique hotel che domina Chefchaouen, la città Blu del nord, dalla collina. Avremo anche alcune possibilità di pranzi in antichi palazzi di Fez e Marrakech. Insomma, in generale altre piccole attenzioni che fanno la differenza”.

Ricca programmazione

Oltre ai boutique tour, nella programmazione sono presenti viaggi di gruppo e molte proposte individuali, ma la caratteristica di Inside Africa sono, soprattutto, i viaggi su misura, itinerari ritagliati e assemblati attorno al desiderio del viaggiatore. Dal Sudafrica al Senegal, dall’Etiopia alla Costa d’Avorio, dal Botswana al Marocco, tutte le aree geografiche del Continente sono coperte.

 Una delle nuove tendenze del tour operator è la proposizione di viaggi incentrati su esperienze di golf in Africa, cui possono essere affiancate altre come ad esempio il wine tasting, (e tante altre) soprattutto in Sudafrica, ma non solo.

Potete trovare i boutique tour e il resto della programmazione ’23 sul sito di Inside Africa.

Tags:

Potrebbe interessarti