Il viaggio di Sabre tra dati, intelligenza artificiale e cloud

Se la travel industry è in costante evoluzione, il business travel vive questi tempi con un passo ancora più accelerato. È nella sua natura, ponte tra il mondo dei viaggi, la geopolitica, l’economia. In uno scenario oggi sempre più complesso, chi fa va viaggiare – e chi viaggia per affari – è al centro di dinamiche che richiedono skill sempre più affinati.

“Questo scenario – spiega Paola De Filippo, general manager Sabre Italia – è stato causato dalla pandemia poiché ha aumentato la necessità per gli operatori di essere più agili e di adattarsi rapidamente a nuove situazioni. Pertanto, si stanno concentrando maggiormente su prodotti e processi che possono soddisfare le nuove esigenze dei clienti e rinnovare la loro fiducia nell’esperienza di viaggio. È essenziale rendere il viaggio il più facile possibile per i clienti, indipendentemente dalle circostanze. Per gestire in modo efficiente il nuovo mondo del viaggio e affrontare la sua imprevedibilità è necessario saper agire in celerità, ma avere una visione a lungo termine per ottimizzare i loro processi e sistemi. Ciò viene fatto rimuovendo attriti attraverso un uso intelligente dei dati e dell’automazione, il che aiuterebbe a migliorare l’esperienza di viaggio e a ottimizzare i ricavi per le compagnie di viaggio”.

Dati e intelligenza artificiale

È cruciale per le agenzie di viaggio, le compagnie aeree e i servizi di ospitalità in generale raccogliere e utilizzare i dati sull’intero viaggio dei loro clienti al fine di migliorare i ricavi e migliorare l’esperienza di viaggio complessiva. Tuttavia, ottenere le informazioni può essere difficile, costoso e richiedere molto tempo.

“La capacità di elaborare i dati in tempo reale – prosegue De Filippo – deve essere elaborata per scalare di valore e il settore sta adottando diversi approcci su come farlo. In Sabre, abbiamo collaborato con Google per sviluppare Sabre Travel AI, una tecnologia basata sull’intelligenza artificiale che impara continuamente dal comportamento dei consumatori, aiutando le aziende del settore viaggi a ridefinire le loro strategie di rivendita e di clienti. Stiamo combinando l’infrastruttura, l’IA e le capacità di machine learning di Google Cloud con la conoscenza del settore viaggi di Sabre per creare soluzioni che riteniamo più intelligenti, veloci e convenienti”.

Cloud vitale per il settore

“Mentre il processo di recupero inizia a prendere il via, è fondamentale che aumenti l’adozione delle tecnologie cloud. Sono vitali per la sopravvivenza e la crescita del settore dei viaggi. I servizi cloud consentono alle aziende del settore viaggi di essere flessibili e veloci nell’adattarsi, poiché sono scalabili. I servizi di cloud computing possono anche essere utilizzati per analizzare i dati per identificare le tendenze dei viaggi future e generare preziose informazioni che possono essere utilizzate per offrire offerte e sconti migliori ai clienti. La tecnologia cloud continuerà a svolgere un ruolo significativo nell’miglioramento dell’esperienza del cliente e nella generazione di ricavi per il settore dei viaggi in futuro”.

Linea sottile tra lavoro e piacere

I viaggiatori, oggi più che mai, cercano supporto, sicurezza e comodità. Richiederanno maggiore facilità d’uso degli strumenti e dei servizi forniti dalle agenzie di viaggio, oltre alla possibilità di effettuare prenotazioni e pagamenti online in modo sicuro. Valutano la capacità delle agenzie di personalizzare e adattare i piani di viaggio alle loro specifiche esigenze e preferenze, nonché le cancellazioni dell’ultimo minuto senza interrompere gli altri vettori.

“C’è un volto nuovo del viaggio d’affari, poiché l’aumento del lavoro a distanza significa la possibilità di lavorare da una località di vacanza o da una destinazione di viaggio. C’è una linea sfumata tra viaggi di lavoro e di piacere e questo offre all’industria l’opportunità di utilizzare la tecnologia per offrire esperienze su misura che sfruttano questa tendenza. E ultimo ma non meno importante, un rapido ritmo di cambiamento. Il progresso dell’informatica ha portato alla disponibilità di app per dispositivi mobili e strumenti online che facilitano la prenotazione e la gestione dei voli e il tracciamento dell’itinerario, e c’è stato anche un aumento dell’offerta di servizi di viaggio personalizzati e opzioni di viaggio “senza sosta” per i viaggiatori d’affari. Lo studio attuale tiene conto dei cambiamenti che le agenzie di viaggio stanno apportando per abbracciare questa nuova realtà”.

“Gli agenti di viaggio sperimentano come i loro clienti abbiano un bisogno sempre crescente di semplicità, personalizzazione e soluzioni agili, ogni giorno. Tutti percepiscono la necessità di una ulteriore digitalizzazione e automazione e stanno contribuendo a promuovere la necessità di tecnologie avanzate nell’industria. Sabre, d’altra parte, sta fornendo una serie di soluzioni che possono sfruttare i dati in tempo reale per aiutare le agenzie di viaggio a soddisfare le nuove esigenze dei loro clienti”.

Il travel di oggi e di domani

Un recente studio di Sabre che ha coinvolto oltre 500 decision maker di compagnie aeree e agenzie di viaggio ha evidenziato alcune tendenze interessanti.

“I rispondenti – prosegue la general manager di Sabre – ritengono che anticipare i bisogni dei clienti sarà un obbligo. Per fare questo, è necessario avere la capacità e l’accesso per accedere e elaborare i dati disponibili per ogni cliente al fine di offrire un servizio personalizzato in breve tempo. Anche offrire comunicazioni mirate e differenziate per ogni cliente è un item richiesto dai viaggiatori. Inviare l’offerta giusta, alla persona giusta, al momento giusto, è un’arte che deve essere affinata per soddisfare le richieste che presto tutti i viaggiatori globali richiederanno. Offrire processi efficienti, poiché oltre il 70% degli agenti di viaggio utilizzano il loro tempo per attività amministrative che non generano profitti. Per risolvere questo ostacolo, è importante avere piattaforme automatizzate che consentano di liberare questo tempo poco utilizzato”.

“I viaggiatori richiederanno anche una conformità senza errori e senza soluzione di continuità. Se i processi devono essere efficienti, i risultati devono senza dubbio essere agili e finali, senza intoppi. I passeggeri si aspettano che la risoluzione dei loro problemi non sia un motivo di interferenza con i loro piani. Inoltre, le adv dovrebbero fornire un’esperienza perfetta su tutti i canali. Le agenzie di viaggio e la loro capacità di fornire un’eccellente assistenza al cliente dipenderanno principalmente dalla loro capacità di elaborare grandi quantità di informazioni. Dati che gli permetteranno di offrire la migliore offerta”.

 La sfida della nuvola

“Ci troviamo all’inizio di un nuovo capitolo della tecnologia dei viaggi che rivoluzionerà il significato della personalizzazione – conclude De Filippo -. In Sabre siamo pronti a offrire ai nostri partner di viaggio non solo gli strumenti, ma anche piattaforme basate su cloud che miglioreranno l’esperienza di viaggio nel suo complesso. Penso che la sfida sarà accelerare l’adozione di queste tecnologie, in modo che i nostri partner di viaggio possano fornire un servizio al cliente sempre migliore e ricavi più elevati e diventare leader dei rispettivi segmenti o mercati”.

Paola Olivari

Tags:

Potrebbe interessarti