EDITORIA - EVENTI - SERVIZI DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE
aohostels, il 2022 è l’anno record

Con oltre 5.55 milioni di pernottamenti e una crescita di oltre 100 milioni di euro rispetto al 2021, l’anno appena concluso è stato in assoluto il migliore dalla nascita di aohostels.com.

“Abbiamo salutato un 2022 particolarmente dinamico per ao Hostels – spiega Oliver Winter, ceo del gruppo -. C’è stata un’importante crescita a livello di assunzioni, ampi investimenti nella digitalizzazione e sostenibilità, ma anche tanti premi e riconoscimenti che ci hanno dato energia e motivazione per guardare con ottimismo verso l’anno nuovo”.

Tre pillar

Nel corso del 2022 ao Hostels si è focalizzata su tre settori in particolari come le risorse umane – circa 600 nuove persone sono state assunte, formate e inserite in tempi record all’interno della grande famiglia di ao Hostels -, digitalizzazione – grazie all’app di ao Hostels, installata su 55.000 smartphone, è possibile ottenere la chiave digitale per accedere alla propria stanza e con la mobile key gli ospiti degli ostelli ao Hostels hanno, così, aperto le porte delle proprie camere oltre 80.000 volte – e sostenibilità. Nei prossimi tre anni, infatti, l’azienda vuole investire circa 20 milioni di euro in misure volte alla sostenibilità. Nell’agosto scorso sono stati investiti oltre 4 milioni di euro per la sola riqualificazione energetica dell’ostello a&o Munich Hackerbrücke.

Nuove acquisizioni

Un altro punto da evidenziare per il 2022 è stata l’acquisizione dell’ostello di Berlino Hauptbahnhof, preso in affitto diversi anni fa. Inoltre, il piano di espansione dell’azienda non si è mai fermato, bensì hanno preso sempre più forma progetti di prossime aperture come il primo ostello a Barcellona e il terzo in Italia, per la precisione a Firenze, nella prima parte del 2024. “Stiamo valutando e studiando la possibilità di aprire i nostri ostelli anche a Roma e Milano, oltre ad Atene, Lisbona, Glasgow e Stoccolma”, dice Winter.

Il 2022 è stato da record anche per quanto riguarda i gruppi, uno dei principali target di ao Hostels: tra scolaresche e gruppi in generale, sono stati registrati ben 2.2 milioni di pernottamenti, decisamente di più rispetto al 2019.

Sul tema del caro energia e l’incremento dei prezzi, il fondatore di ao Hostels si dimostra fiducioso. “La nostra efficienza e le dimensioni ci permettono di poter garantire offerte convenienti anche per il futuro, tanto che le tariffe di gennaio sono addirittura più basse di quelle del 2019”, garantisce.

Tags:

Potrebbe interessarti